Iniziano a mostrarsi i primi convogli Stadler destinati alle Ferrovie Slovene SŽ.

Come è noto, ha firmato un contratto con la società nell'aprile dello scorso anno per acquistare 26 nuovi treni e nel maggio di quest'anno ne hanno aggiunti altri 26. Il valore totale di entrambi gli acquisti è di 320 milioni di euro IVA esclusa. Si prevede che convogli delle tipologie FLIRT e KISS inizino a circolare gradualmente sulla rete slovena.

 In primo luogo verranno consegnati i treni a trazione Diesel, che secondo i piani inizieranno a funzionare sulle tratte Lubiana - Novo Mesto e Lubiana - Kamnik.

Come previsto, i nuovi treni passeggeri offriranno maggiore comfort e comodità di marcia, nulla di impensabile se si considera che i treni attuali hanno in media più di 30 anni di età alle spalle.

Inizialmente i nuovi Stadler sostituiranno i veicoli più vecchi, ma successivamente saranno usati per ampliare il numero dei collegamenti. L'arrivo dei set elettrici porterà alla sostituzione immediata delle vecchie automotrici nonché dei vecchi treni composti da materiale ordinario. 

I Desiro saranno utilizzati per distanze più brevi e per la sostituzione di treni Diesel più vecchi sulle linee Maribor-Pragersko-Hodoš e Poljčane-Maribor. Le automotrici politensione che saranno anche in grado di viaggiare in Austria e Croazia, forniranno nuovi collegamenti regionali transfrontalieri, nella prima fase a Villach, Graz e Zagabria, oltre a nuovi collegamenti più veloci nel traffico interno.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia