Si terrà oggi il primo tavolo istituzionale sulla situazione del trasporto pubblico ferroviario casertano, al centro di reiterate difficoltà nella programmazione del servizio.

All'ordine del giorno figurano tra l’altro le criticità di due linee ferroviarie, in particolare la tratta Piedimonte-SMaria CV e la tratta Cancello-Benevento il cui funzionamento, per diversi motivi, era già stato motivo di preoccupazione e di protesta anche da parte delle tre organizzazioni sindacali di categoria, Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti.

Due infrastrutture, quelle che saranno prese in esame alla Provincia, per le quali dovrebbero essere al più presto previsti, non solo rivendicati, interventi specifici e più immediati di riqualificazione che possano venire incontro alle pressanti richieste di mobilità provenienti dal territorio.

“Basti ricordare che la linea di collegamento con S. Maria - fanno presente le tre organizzazioni - era fino a diversi anni addietro interessata ad un programma di potenziamento attraverso l'elettrificazione per velocizzare i tempi commerciali dei convogli e dare risposte alle aree interne. Un’operazione che però è venuta meno successivamente, con un cambio di rotta che ha determinato sin anche il progressivo, inspiegabile smantellamento dei pali elettrici”.

Nell'incontro ci si occuperà anche dei rallentamenti che ancora persistono sulla linea Cancello-Benevento, con ritardi inaccettabili dovuti alla velocità limitata a 50 km orari. Ed è proprio per trovare strumenti diversi di gestione delle infrastrutture che la Provincia è chiamata a formulare proposte concrete da sottoporre ad EAV, di comune accordo con le richieste che dovrebbero essere rappresentate pure dalle Amministrazioni comunali competenti.

L'articolo integrale su Il Mattino.it.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia