Domenica sera, un nigeriano di 27 anni, incensurato e in Italia con regolare permesso di soggiorno è salito a bordo di un treno metropolitano di Napoli con alcuni coltelli nello zaino.

L’uomo aveva da subito attirato l’attenzione degli altri viaggiatori a causa dei suoi atteggiamenti ambigui e molesti, tanto che un minorenne, sentitosi minacciato dal suo comportamento, si è rivolto al personale ferroviario in servizio raccontando quanto stava accadendo.

Immediato l’intervenuto del capotreno che ha tentato di riportare l’ordine, e ha trovato l’immigrato sprovvisto del regolare titolo di viaggio. Per evitare che la situazione degenerasse il capotreno ha allertato telefonicamente la Polfer prima dell’arrivo del convoglio nella stazione di Piazza Garibaldi.

Qui gli agenti sono entrati in azione bloccando l’extracomunitario che è stato subito condotto negli uffici per tutte le procedure del caso.

Lo straniero è stato quindi sottoposto a un controllo con il metal detector e, poi, a una perquisizione personale. Nel corso dell’operazione, gli agenti hanno rinvenuto nel suo zaino due coltelli, di cui uno di oltre 30 centimetri con una lama affilatissima. Gli agenti del Compartimento di Polizia ferroviaria per la Campania hanno sequestrato entrambi i coltelli ed hanno proceduto a denunciare il cittadino straniero per possesso ingiustificato di arma bianca.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia