L'Europa dell'Est, una volta fanalino di coda per i trasporti ferroviari, mira a crescere nelle connessioni AV internazionali.

In questo senso, sta avanzando di gran carriera il progetto di una linea AV per collegare Budapest a Varsavia.

Ne hanno parlato i ministri dei Trasporti del gruppo di Visegrad che non si sono limitati alle parole ma hanno firmato un accordo per sviluppare il progetto che prevede una tratta da 350 km/h, con gli standard di quelle dell'Europa dell'Ovest.

Stando alle prime indiscrezioni raccolte, la nuova linea sarà lunga circa 700-900 chilometri e collegherà le città di Budapest, Bratislava, Brno e Varsavia, che saranno le uniche dove saranno previste soste.

Nelle idee dei ministri, il treno dovrà essere particolarmente confortevole per i passeggeri che sono stimati in numero di circa 500 mila all'anno ed esso dovrà essere altamente concorrenziale sulle medesime rotte rispetto all'aereo.

Attualmente nelle nazioni interessate al progetto non esiste alcuna linea ferroviaria AV e per questo motivo scarseggiano anche i convogli in grado di raggiungere velocità superiori ai 200 km/h. Gli unici che sarebbero teoricamente in grado di arrivare a simile velocità sono i Pendolino della Repubblica Ceca e della Polonia.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia