Di curiosità, nelle nostre pagine, ve ne abbiamo mostrate molte, e oggi arricchiamo il campionario.

Nella giornata di martedì 23 luglio 2019 c’è stato infatti un insolito convoglio merci di Dinazzano Po da Reggio Emilia a Ravenna.

La stranezza non era tanto costituita dalla tipologia di trasporto, che erano sempre casse mobili, ma da due "sorprese" che nessuno si sarebbe aspettato di vedere in composizione.

Da poco è stata consegnata alla compagnia ferroviaria merci la seconda 741, utilizzata per le manovre a Ravenna e le tradotte da Ravenna Scalo a Ravenna Porto. Si tratta della 741 733-0 seconda unità realizzata da CZ Loko dopo la 741 734-8 già operativa da alcuni mesi nello scalo di Ravenna.

Essa si trovava in seconda posizione dietro alla 483 313 titolare dell'MRV Reggio Emilia-Ravenna, seguita, in terza posizione, dalla veterana 220 074, purtroppo ridotta esteticamente in condizioni penose e pure essa utilizzata per le manovre nello scalo di Ravenna.

Presenza inconsueta nella stessa giornata è stata anche la G2000.21, anziché la solita 483, alla testa del merci di tramogge da Parma a Ravenna. Non capita spesso di vedere una G2000 su questa linea considerato che queste macchine sono impiegate sui merci tra Ferrara e Ravenna e zone limitrofe.

L'evidenza dei fatti ci viene documentata con foto e un lungo video da Akiem483. Al minuto 18:00 possiamo vedere il primo dei due convogli transitare nella stazione di Castelbolognese, ovvero l'MRV Reggio Emilia-Ravenna con in testa la 483.313, con di rimando la 741 733-0 e la 220 074 in terza posizione mentre al minuto 40:00 la G2000.21 in testa all'MRV Parma-Ravenna.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia