Non accennano a placarsi le polemiche per i nuovi Frecciargento con ETR 700 tra Milano e Pescara.

Federconsumatori Abruzzo ha infatti presentato un esposto all'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per gli aumenti tariffari previsti da Trenitalia dal 29 luglio scorso, per le due Frecce 8806 e 8823 Pescara-Milano e viceversa.

Il Gruppo FS dal canto suo aveva inviato una nota con la quale aveva tentato di giustificare l'aumento affermando che con la trasformazione dei Frecciabianca in Frecciargento aumentavano fino al 34% i prezzi dei biglietti e fino all'88% il prezzo degli abbonamenti, ma aumentavano contestualmente anche gli standard di confort e puntualità.

"Quello che fa finta di non capire il Gruppo FS - dice Federconsumatori - è che la qualità del prodotto la decide il mercato, dove il mercato c'è, e dovrebbe essere decisa dal cliente dove il mercato non c'è. Invece sulla linea adriatica è il gestore del servizio che pretende di decidere la qualità del servizio offerto, come se noi quando comperiamo un paio di scarpe dovessimo acquistare quelle che ci impone il commerciante, al prezzo deciso dal commerciante".

Un taglio alle polemiche, comunque, potrebbe avvenire qualora come riportato secondo alcune fonti, Trenitalia optasse per far viaggiare i nuovi terni sulla linea AV da Bologna a Milano, con una conseguente riduzione del tempo di percorrenza che giustificherebbe un biglietto più costoso.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia