DB ha ripreso ad accettare i nuovi treni ad alta velocità ICE 4 da Siemens e Bombardier, dopo che l’acquisizione era stata messa in attesa in seguito alla scoperta di problemi di qualità nella saldatura della carrozzeria su alcuni convogli già in servizio.

Siemens e Bombardier hanno dichiarato di aver raggiunto un accordo con DB e con l’Autorità ferroviaria federale tedesca (EBA) per la rilavorazione e nuovi test per “le saldature che occasionalmente non sono state eseguite nella qualità specificata sulla carrozzeria degli ICE 4

I treni vengono forniti da Siemens, ma la produzione di carrozzerie verniciate, carrelli e il completamento di tre tipi di elementi (comprese le carrozze pilota) viene subappaltata a Bombardier, che svolge i lavori nei suoi stabilimenti in Germania e Polonia.

Siemens afferma che dal momento che queste deviazioni non precludono il funzionamento in sicurezza, gli elementi interessati sono stati approvate per l’uso nel servizio passeggeri. A seguito dell’accordo, cinque treni ICE 4 saranno accettati da DB nei prossimi giorni ed entreranno in servizio, ampliando la flotta di ICE 4 a 30 set.

DB continuerà a ricevere i restanti treni ICE 4 come pianificato e li metterà immediatamente in servizio. La rilavorazione verrà eseguita durante il funzionamento in garanzia da Bombardier e non dovrebbe avere alcun effetto sul servizio passeggeri. Un programma dettagliato per la rilavorazione è attualmente in fase di sviluppo tra i produttori e DB.

Secondo i piani attuali, la rielaborazione dovrebbe cominciare all’inizio del 2020 ed essere completata entro la metà del 2023. In base a un contratto riveduto in vigore da aprile 2017, Siemens fornisce 100 EMU ICE 4 da 12 elementi (classe 412) e 19 treni da sette elementi. DB ha anche opzioni in base al contratto originale per ordinare fino a 170 treni in più prima del 2030.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia