Sui treni accade davvero di tutto, anche cose che non ci si aspetterebbe.

Devono aver pensato questo coloro che ieri hanno assistito ad una scena surreale a Bologna.

Un uomo di 71 anni, accompagnato dalla moglie, era salito a Milano sul Frecciarossa destinato a Lecce portando con sé una grossa bombola d’ossigeno che lo aiutava a respirare.

Purtroppo l'ingombrante oggetto non era trasportabile per ovvi motivi di sicurezza e il capotreno, a Bologna, non ha potuto fare altro che spiegare la problematica all'uomo.

Tutto però è stato inutile e sono state necessarie ore di trattative, l’arrivo del 118 e la mediazione di un paziente ispettore della Polizia per convincerlo a scendere.

Quando sembrava che tutto era finito, con l'ambulanza giunta apposta per portare la coppia fino a Lecce l'umo si è nuovamente opposto, esigendo un foglio di carta firmato con il quale veniva garantito il viaggio fino a casa. Alla fine è arrivato anche quello ma la situazione, intanto, stava prendendo una brutta piega.

Per fortuna Trenitalia ha capito come si stavano mettendo le cose e ha fatto arrivare un treno di riserva vuoto da Milano che solo alle 15.30 è ripartito verso Sud con 450 passeggeri che, infuriati, hanno dovuto cambiare convoglio.

Nel frattempo, altri 150 erano già scesi stufi dell’attesa, e avevano preso altri mezzi di propria iniziativa. A questi seicento viaggiatori, per fortuna, Trenitalia ha garantito il rimborso del 100% del prezzo del biglietto.

Nulla si può dire sull'operato dei ferrovieri: "Giuro, gli abbiamo proposto di tutto", racconta una dipendente di Trenitalia durante la trattativa iniziata a mezzogiorno e finita alle 18.30.

"Non voleva separarsi della sua bombola d’ossigeno. Gli abbiamo proposto una stanza d’albergo per riposare, siamo andati a comprare in farmacia delle bombolette più piccole, gli abbiamo assicurato che alla stazione di Ancona ne avrebbe trovate delle altre e garantito che la bombola grande l’avremmo spedita a casa sua con un corriere. Ma lui non si è convinto". 

Fino all'arrivo del foglio con la promessa di essere portato a Lecce. Per la cronaca, il treno è giunto a destino con 244 minuti di ritardo.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia