La Roma-Lido e la Roma Nord (Viterbo) passano di mano e non saranno più gestite da ATAC.

Nella giornata di ieri la giunta regionale ha approvato il provvedimento che prevede il passaggio nel 2020 a Cotral, la Spa che ha come unica azionista la Regione Lazio e che già oggi assicura il trasporto su gomma extraurbano con 200mila passeggeri al giorno.

Illustra la situazione l'assessore regionale ai Trasporti, Mauro Alessandri: "Roma-Lido e Roma Nord sono due ferrovie concesse, di proprietà regionale. Sulla base del regolamento europeo avevamo due opzioni. Potevamo indire una gara o, in alternativa, andare all'assegnazione in house e dunque a Cotral.

Abbiamo ritenuto che, sia per ragioni di efficienza del servizio, sia per garantire l'occupazione e la continuità, la soluzione dell'affidamento in house fosse la migliore.

Di certo, non potevamo più procedere con l'affidamento diretto ad ATAC, perché non ce lo consente la normativa europea.
Per la terza ferrovia concessa, la Roma-Giardinetti, invece, stiamo facendo una valutazione per cedere la competenza a Roma Capitale, visto che di fatto ormai è un servizio di metropolitana di superficie".

A questo punto è da capire lo scenario per il passaggio.

Il 2020 sarà probabilmente utilizzato come anno di transizione mentre nel 2021 potrebbe partire il servizio regolare col primo treno "targato" Cotral.

"Teniamo conto - prosegue Alessandri - che stiamo parlando di due linee di interesse nazionale, per le quali abbiamo già programmato una serie investimenti. E stiamo avviando anche le procedure per l'acquisto di nuovi treni: 5 sulla Roma-Lido, 6 sulla Roma Nord".

L'ATAC, del resto, è attualmente impegnata nella delicatissima partita del concordato preventivo fallimentare e da tempo aveva messo in conto di cedere la gestione delle due ferrovie concesse che sono tutt'altro che secondarie.

La Roma-Lido viene utilizzata in media da 55mila passeggeri e serve tutta la zona ovest arrivando fino a Ostia, mentre la Roma Nord (che nella sua tratta extra urbana raggiunge Viterbo) ha una importanza fondamentale per i pendolari che vivono o lavorano nel quadrante nord della città o nelle cittadine dell'hinterland come Capena, Castelnuovo di Porto, Morlupo e via discorrendo.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia