Chi legge le nostre pagine sa che sono anni che ne facciamo un cavallo di battaglia, finora senza successo. Finora.

Le Ferrovie Svizzere SBB CFF FFS stanno pensando di aumentare i treni per l’estero, ma anche i collegamenti notturni.

Il percorso non è semplice, visto che non si esclude la necessità di un finanziamento da parte della Confederazione, ma tutt'altro che impossibile. La gestione dei treni notturni "è impegnativa", sottolinea Armin Weber, responsabile per il traffico internazionale di FFS, nell'odierna edizione di NZZ am Sonntag, eppure sarà l’effetto del dibattito sul cambiamento climatico ma i viaggiatori che scelgono il treno per raggiungere le destinazioni all’estero sono in aumento.

I numeri parlano chiaro e sono proprio le FFS a confermare che nel primo semestre di quest’anno c'è "una tendenza molto positiva nel traffico viaggiatori internazionale".

L'idea delle ferrovie elvetiche sarebbe quella di ampliare l’offerta internazionale, magari anche attraverso una collaborazione con le ferrovie austriache ÖBB, finora le più attive d'Europa, per più collegamenti notturni.

Le destinazioni al momento non sono note, ma un certo potenziale viene ravvisato su Amsterdam, Barcellona, Nizza, Bruxelles e, udite udite, Roma, dove i treni dalla Svizzera arrivavano fino a qualche anno fa prima di essere tolti in maniera quantomeno opinabile.

Su tutto, però, pesa la questione dei costi, visto che secondo le stime elvetiche, i treni notturni registrano un grado di copertura del 50%, col vuoto che viene recuperato grazie al fatto che molti passeggeri scelgono di fare il viaggio d’andata con il treno notturno, optando però per il ritorno per quello diurno sul quale i margini di guadagno per la compagnia ferroviaria sono maggiori.

La politica, una volta tanto, non sta a guardare. Forse cavalcando l'effetto Greta, molti si dicono favorevoli chiedendo un aumento dell’offerta notturna, se necessario anche con un sostegno finanziario. 

Se sono rose fioriranno, quel che è certo è che una Europa unita e coesa passa anche attraverso un servizio ferroviario diurno e notturno internazionale. Cose che i nostri nonni avevano capito sin dai tempi dei TEE e che le generazioni successive sembrano aver scioccamente dimenticato.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia