Buone notizie, speriamo stavolta vere, per il Trenino Verde, che potrà riprendere le sue corse in Sardegna.

La Commissione Lavori pubblici del Senato ha approvato la proposta di legge presentata dal deputato del M5S Nardo Marino, che modifica l’articolo 5 della legge 128 del 2017. L’ARST, seppur in assenza di titolarità di licenza ferroviaria, potrà continuare a gestire l’antica ferrovia sarda, il cui percorso è lungo 437 km. In questo modo si tutelano anche i circa mille posti di lavoro dell’indotto.

La proposta di legge appena approvata consentirà anche ai musei ferroviari, alle associazioni e alle aziende di trasporto di erogare le prestazioni di trasporto turistico.

"È stata una corsa contro il tempo", ha detto Marino. "La proposta è stata presentata a febbraio di quest’anno ed è stata approvata ora, solo quattro mesi dopo. Stavolta si coinvolgono nuovi soggetti. Un esempio di politica che guarda all’interesse della collettività".

"La Regione ora non ha più scuse per far ripartire il Trenino Verde" dice il consigliere regionale M5S Roberto Li Gioi, anche se si dovrà attendere la promulgazione da parte del presidente della Repubblica e la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia