• Il Portale FERROVIE.INFO




Flag Counter

Elaborazione E646-135

Utilizza questo forum per mostrare le tue elaborazioni di modelli ferroviari.

In collaborazione con:
Immagine
 

Re: Elaborazione E646-135

Messaggioda Enrico Celani » venerdì 27 marzo 2009, 13:55

Luca purtroppo per l'altro panto ormai c'è poco da fare, mi tocca solo sostituirlo. Logicamente dovrò togliere anche quello che ero riuscito a rimettere a posto (vedi foto). :( Sto pensando di utilizzarli mettendoli sopra un carro. Può andare secondo voi? E' proponibile come situazione reale? :?

Per la verniciatura io mi sono regolato così: vernice rossa presa da un brico passata a pennellino. Per terminare l'opera ho coperto lo strisciate con un pezzettino di nastro per carrozziere e ho dato una mano di trasparente opaco a spruzzo. La vernice infatti risultava troppo lucida. :wink:

Se hai altro da chiedere non farti alcun problema! :!: A disposizione, ciao! :mrgreen:
Avatar utente
Enrico Celani
Capo Gestione
Capo Gestione
 
Messaggi: 3057
Iscritto il: venerdì 16 dicembre 2005, 17:47
Località: alatri

Re: Elaborazione E646-135

Sponsor

Sponsor
 

Re: Elaborazione E646-135

Messaggioda Luca Pedrazzi » venerdì 27 marzo 2009, 15:03

Grazie Enrico per le risposte :wink:

L'idea di riutilizzare i pantografi come carico non mi sembra male ma potresti anche valutare l'ipotesi di ordinare solo la lastrina con i pezzi danneggiati e risolvere con un esborso economicamente favorevole (penso che sia fattibile e non ci sia l'obbligo di ordinare tutto il pantografo)... se hai bisogno dell'articolo preciso fammi un fischio che vedo di reperirlo nel mio kit :)
"Il difetto di modestia... indica mancanza di giudizio"
Avatar utente
Luca Pedrazzi
Manovratore
Manovratore
 
Messaggi: 593
Iscritto il: venerdì 23 gennaio 2009, 18:36
Località: Ferrara

Re: Elaborazione E646-135

Messaggioda Enrico Celani » venerdì 27 marzo 2009, 15:37

Mmmm Luca, :idea: li ho già  pagati troppo per i miei gusti spenderci altro tempo e denaro non mi pare proprio il caso. :hide: Metto i più brutti, ma più resistenti Fa.Sa. anche perchè in futuro l'obiettivo più quello di fare un plastico analogico con catenaria realmente funzionante. :!: I Lineamodel li vedo troppo fragilini per resistere a un normale esercizio in linea. :idea:
Avatar utente
Enrico Celani
Capo Gestione
Capo Gestione
 
Messaggi: 3057
Iscritto il: venerdì 16 dicembre 2005, 17:47
Località: alatri

Re: Elaborazione E646-135

Messaggioda Luca Pedrazzi » venerdì 27 marzo 2009, 16:43

Effettivamente non hanno una gran spinta (captazione da testare) e sono un po' esilini (resistenza incognita) se paragonati agli ultimi Fa.Sa. che ho acquistato :oops:
"Il difetto di modestia... indica mancanza di giudizio"
Avatar utente
Luca Pedrazzi
Manovratore
Manovratore
 
Messaggi: 593
Iscritto il: venerdì 23 gennaio 2009, 18:36
Località: Ferrara

Re: Elaborazione E646-135

Messaggioda Gabriele Moschetto » venerdì 27 marzo 2009, 20:36

Tra l'altro i LM costano pure più degli MdF (entrambi in kit), che sono fatti decisamente meglio...e se sbagli a montare il quadrante superiore basta allentare due paia di linguette e girarlo... :oops:
Gabriele Moschetto
Capo Stazione
Capo Stazione
 
Messaggi: 3869
Iscritto il: giovedì 11 agosto 2005, 23:03
Interesse per i treni reali: No
Interesse per i treni in modello: No
Interesse per i treni: Stranieri

Re: Elaborazione E646-135

Messaggioda Enrico Celani » sabato 28 marzo 2009, 15:14

Gabriele Moschetto ha scritto:Tra l'altro i LM costano pure più degli MdF (entrambi in kit), che sono fatti decisamente meglio...e se sbagli a montare il quadrante superiore basta allentare due paia di linguette e girarlo... :oops:

Bè io l'ho pagati un po' meno allora Gabripiù perchè mi sono venuti 20 euro compresa spedizione. :wink: Li ho presi da un privato.
I panto MdF se non erro venivano 25 a kit (non so se ora hanno subito aumenti).
Avatar utente
Enrico Celani
Capo Gestione
Capo Gestione
 
Messaggi: 3057
Iscritto il: venerdì 16 dicembre 2005, 17:47
Località: alatri

Re: Elaborazione E646-135

Messaggioda Enrico Celani » lunedì 30 marzo 2009, 15:39

Ultima news molto negativa. :( Anche il tentativo coi Fa.Sa. che avevo non mi ha convinto per niente. Questi ultimi infatti in posizione di riposo assumevano una forma a V molto brutta da vedere. A cosa più dovuto secondo voi? :?
Ho deciso di mettere tutto da parte e prossimamente quando passerò dalle parti di Roma andrò da Salvatore a prendermi una coppia di Roco. Sono stufo di star a litigare coi panto e vado sul sicuro, come ha già  fatto Salvo sul suo modello.
Ora per la cronaca sono a lavoro su delle casse Laser per il 636 3° serie, anche se il buon Mario di Fabio mi ha già  detto che mi daranno molti problemi nel montaggio sul telaio Roco. :( Ultimamente non me ne va una bene. :hide: :cry:
Avatar utente
Enrico Celani
Capo Gestione
Capo Gestione
 
Messaggi: 3057
Iscritto il: venerdì 16 dicembre 2005, 17:47
Località: alatri

Re: Elaborazione E646-135

Messaggioda Franco Capotosto » lunedì 30 marzo 2009, 16:59

Enrico Celani ha scritto:Ultima news molto negativa. :( Anche il tentativo coi Fa.Sa. che avevo non mi ha convinto per niente. Questi ultimi infatti in posizione di riposo assumevano una forma a V molto brutta da vedere. A cosa più dovuto secondo voi? :?
Ho deciso di mettere tutto da parte e prossimamente quando passerò dalle parti di Roma andrò da Salvatore a prendermi una coppia di Roco. Sono stufo di star a litigare coi panto e vado sul sicuro, come ha già  fatto Salvo sul suo modello.
Ora per la cronaca sono a lavoro su delle casse Laser per il 636 3° serie, anche se il buon Mario di Fabio mi ha già  detto che mi daranno molti problemi nel montaggio sul telaio Roco. :( Ultimamente non me ne va una bene. :hide: :cry:


La posizione a V bruttissima di quasi (per non dire tutti) tutti i pantografi modellistici FS, più normalmente dovuta alla scarsa cura nella progettazione, ma soprattutto nella realizzazione e nel montaggio di questo importante organo; più specificatamente, il problema sta nelle due barrette in posizione inclinata che uniscono l' alzata dei bracci inferiori (e di conseguenza anche di quelli superiori) dei pantografi. Quasi sempre, io questo problema lo risolvo piegando verso il centro del pantografo con una robusta pinzetta, la piccola parte che da sotto fuoriesce dalle opposte diagonali; occhio, che questa pratica va eseguita anche sui Roco, che non sono immuni da questo fastidiosissimo difetto. Saluti
Franco Capotosto
Staff di Ferrovie.Info

_________________
Il progresso è davvero tale solo quando le scoperte e le invenzioni sono fruibili da parte di tutti.....
Avatar utente
Franco Capotosto
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 9611
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2005, 21:15
Località: Roma

Re: Elaborazione E646-135

Messaggioda Enrico Celani » lunedì 30 marzo 2009, 18:20

Franco ti chiedo troppo se mi illustrassi con una foto eplicativa quanto mi hai appena detto gentilmente? :sorry:
Grazie mille! :mrgreen:
Avatar utente
Enrico Celani
Capo Gestione
Capo Gestione
 
Messaggi: 3057
Iscritto il: venerdì 16 dicembre 2005, 17:47
Località: alatri

Re: Elaborazione E646-135

Messaggioda Ema656 » domenica 5 aprile 2009, 16:00

Franco Capotosto ha scritto:
Enrico Celani ha scritto:Ultima news molto negativa. :( Anche il tentativo coi Fa.Sa. che avevo non mi ha convinto per niente. Questi ultimi infatti in posizione di riposo assumevano una forma a V molto brutta da vedere. A cosa più dovuto secondo voi? :?
Ho deciso di mettere tutto da parte e prossimamente quando passerò dalle parti di Roma andrò da Salvatore a prendermi una coppia di Roco. Sono stufo di star a litigare coi panto e vado sul sicuro, come ha già  fatto Salvo sul suo modello.
Ora per la cronaca sono a lavoro su delle casse Laser per il 636 3° serie, anche se il buon Mario di Fabio mi ha già  detto che mi daranno molti problemi nel montaggio sul telaio Roco. :( Ultimamente non me ne va una bene. :hide: :cry:


La posizione a V bruttissima di quasi (per non dire tutti) tutti i pantografi modellistici FS, più normalmente dovuta alla scarsa cura nella progettazione, ma soprattutto nella realizzazione e nel montaggio di questo importante organo; più specificatamente, il problema sta nelle due barrette in posizione inclinata che uniscono l' alzata dei bracci inferiori (e di conseguenza anche di quelli superiori) dei pantografi. Quasi sempre, io questo problema lo risolvo piegando verso il centro del pantografo con una robusta pinzetta, la piccola parte che da sotto fuoriesce dalle opposte diagonali; occhio, che questa pratica va eseguita anche sui Roco, che non sono immuni da questo fastidiosissimo difetto. Saluti


Mi aggiungo anch'io alla richiesta di Enrico Celani sulla possibilità  di avere gentilmente qualche foto esplicativa riguardo alla manovra descritta dal sig. Franco Capotosto per ridurre il fastidioso problema della posizione a V dei pantografi. Grazie.
Saluti
Emanuele
Ema656
Ausiliario di Stazione
Ausiliario di Stazione
 
Messaggi: 12
Iscritto il: martedì 30 settembre 2008, 21:31
Località: Milano

PrecedenteProssimo

Torna a Elaborazioni modellistiche in Scala H0 e N

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron