Tra le tante stranezze che hanno circolato sui binari italiani, un posto di rilievo lo merita senza dubbio la ALn 668.1430R.

Costruita nel 1959, questa unità è stata riqualificata nel 2001 presso le Officine Magliola di Santhià. Il rotabile del DL di Siena è stato dotato di motori FIAT 8217.32 con una potenza di taratura di 2x130kW (175 CV) a 1.800 giri/min.

Per differenziarla dalle altre fu rivestita con una curiosa livrea integrale verde chiaro che le valse il soprannome poco gradevole e del tutto non ufficiale di "Pisella".

Nonostante l'idea fosse quella di utilizzarla con continuità sulle linee Diesel del senese interessate dal Treno Natura, la macchina è stata accantonata dopo i primi utilizzi e, se i nostri dati non sono errati, dovrebbe ancora esserlo presso il capoluogo di provincia toscano.

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia