C'è una curiosità che non tutti sanno sui locomotori dell'Unione Sovietica

Quelli di costruzione più antica sono classificati con le lettere iniziali in alfabeto cirillico ВЛ che tradotte in alfabeto latino significano VL. Queste due lettere sono state attribuite alla classificazione in onore di Vladimir Lenin, rivoluzionario e politico russo, poi sovietico nato nel 1870 e morto nel 1924.

Sebbene le macchine di recente costruzione abbiano abbandonato questa usanza, ancora oggi è possibile trovare locomotive intitolate a Lenin in Russia, in Ucraina e in molte delle nazioni nate dopo la dissoluzione dell'Unione Sovietica.

La più particolare di tutte, però, è forse quella visibile in Lettonia, paese una volta parte della stessa Unione Sovietica. Si tratta della VL26-005, una locomotiva ibrida corrente-batteria conservata presso il museo ferroviario di Riga.

Essa infatti non solo ha la classificazione dedicata a Lenin ma su un pancone ha anche un adesivo sul quale è raffigurato il volto del politico.

Approfondimenti

Ferroviaggi

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia