Siamo nel giugno del 1988 e in Italia fervono i preparativi per i Campionati del Mondo di Calcio che si svolgeranno nel Belpaese nel 1990.

Dalle Officine di Cittadella viene consegnata la carrozza 60 83 99-90 020 VCS denominata anche “Stampa & Conferenze”.
Viene realizzata appositamente per poter seguire l’evento sportivo in maniera itinerante ma anche per altre manifestazioni.

La base su cui si realizza è quella di una Gran Confort è viene consegnata al posto dell’ultima ordinata di esse, la 50 83 18-98 614. È immediatamente riconoscibile per via della sgargiante livrea rosso melograno con filetti oro e scritta in due lingue per lato, “Stampa & Conferenze” e “Press & Conference”.

L’interno viene arredato in modo piuttosto lussuoso con poltrone rivestite in pelle e vengono installate apparecchiature allora di ultima generazione come impianto di diffusione Hi-Fi, impianto diffusione video con schermo gigante e 4 monitor, telefono, videoterminali e telefax forniti da ditte di primo piano come SIP, Telettra e Olivetti.

La carrozza originariamente è divisa in 4 aree. Una reception, una lounge con 10 posti a sedere e bar attrezzato con macchina per caffè, scalda acqua rapido, frigo, forno e lavello, un arioso ambiente di lavoro con tavolo e 22 sedie e un’area di servizio con bagno a circuito chiuso.

Successivamente la vettura riceve una nuova classificazione diventando 61 83 99-90 000 VCS e quindi 61 83 89-90 000 VCS  ma mantenendo la medesima livrea anche con l’avvento dell’XMPR.

Contestualmente viene anche aggiornata la dotazione tecnologica che nella versione più moderna prevede che ogni postazione sia dotata di microfono, display touchscreen e jack per le cuffie.
Inoltre, gli aggiornamenti hanno interessato anche la cabina regia, la postazione per l’interprete per la traduzione simultanea, il server Wi-Fi, il ripetitore 4G, l’antenna per la ricezione di internet e dei canali TV e il sistema di telecamere interne per dirette online e videoconferenze. Gli ambienti interni sono ovviamente provvisti di dispositivi di condizionamento dell’aria.

Caratterizzata da una tara di 54,2 tonnellate e in grado di viaggiare ad una velocità massima di 200 km/h, la vettura viene usata per eventi istituzionali e di prestigio.

Approfondimenti

Ferroviaggi

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Treni e tecnologia