Il 18 novembre 1987 si apre uno sfortunato ma comunque storico capitolo per la trazione elettrica delle Ferrovie dello Stato
Nelle fredde giornate autunnali della campagna romana, la E.492.001 inizia i primi test sotto la catenaria monofase installata tra Aurelia e Civitavecchia e alimentata a 25 kV, 50 Hz.

La locomotiva, nella sua sgargiante livrea senape e rosso, si muove in completa autonomia proseguendo nella analisi del "nuovo" sistema di alimentazione anche nei mesi seguenti. Successivamente, stessa sorte tocca anche alla E.491.001, alla E.491.004 e alla E.491.005.

Delle venticinque unità costruite, la E.492.001 è la prima ad essere trasferita in Sardegna, dove trova posto nel Deposito Locomotive di Cagliari.

Il resto della storia è noto. Nel 1989 il progetto di elettrificazione subisce una battuta di arresto. Mutati orientamenti politici e tagli governativi di spesa inducono l'amministrazione delle FS a bloccare i lavori quando già è stata realizzata la tratta Cagliari-Decimomannu, al taglio degli ulteriori investimenti mentre la consegna delle locomotive e l'esborso delle somme per il pagamento prosegue nonostante il progetto sia stato definitivamente cancellato.

Il triste epilogo, dopo anni di accantonamento, arriva venticinque anni dopo. Nel maggio 2011 si ha notizia della vendita alla società di demolizioni Billfinger Berger di Bari di 9 unità. Successivamente tra il 14 settembre e il 18 ottobre 2016, ulteriori 8 unità sono inviate a San Giuseppe di Cairo per la demolizione, seguite poco tempo dopo da quelle mancanti.

A novembre 2016, la E.491.011 viene acquisita dalla Fondazione FS per essere preservata dalla demolizione prevista e conservata quindi come rotabile storico.

Di questo gruppo di sfortunate macchine resteranno questo esemplare, le appena citate corse prova e pochi altri eventi salienti che andiamo a ricordare.

Le E.491.005, .006, .007 e .009 saranno protagoniste di test in Francia nel 1990 mentre la E.491.010 sarà esposta a Eurailspeed 1995 a Lille, dove sarà inviata per motivi di servizio insieme ad un ETR 460 e ad un ETR 500.

La E.492.004 sarà invece utilizzata per prove sulla tratta attrezzata monofase tra Panicale - Sanfatucchio e Castiglion del Lago nel novembre 2000 venendo poi inviata per possibile vendita in Ungheria a febbraio 2001 e in Serbia a ottobre dello stesso anno.

Tutti questi tentativi andranno falliti, così come quelli di cederle in Francia, Turchia e Bulgaria.

Approfondimenti

Ferroviaggi

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Treni e tecnologia