Dopo essere stata consegnata nel mese precedente, la E.404.100, capostipite del nuovo Gruppo di locomotive per gli ETR 500 monotensione, inizia nel luglio del 1995 il suo ciclo di prove sulle linee afferenti Milano.

La macchina effettua i test con una vettura UIC-X scudo, una UIC-Z di seconda classe in livrea bandiera e una Gran Confort.

Presso l'impianto di Milano Martesana troveranno ricovero di lì a breve anche due carrozze che comporranno il primo ETR 500 monotensione.

A prima vista le E.404.100 si dimostrano piuttosto diverse dalle locomotive prototipo, diffenziandosi notevolmente sia dalla E.404.000 che dalle .001÷.004. A fare la differenza è la forma delle testate con la fanaleria di foggia completamente diversa, la presenza del terzo faro al centro del frontale, la minore lunghezza ma soprattutto il colore, con il grigio che sostituisce il nero. Diversa anche la dislocazione del logo che finisce più in basso rispetto a quanto visto precedentemente.

In generale, la linea estetica diventa più dolce ed aggraziata ma forse anche per questo meno arrembante dando in misura minore l'idea di una locomotiva in grado di raggiungere i 300 km/h.

La durata di queste locomotive alla testa degli ETR 500 non sarà lunghissima, visto che già a partire dal 2007 subiranno la trasformazione in E.414 per essere inserite in composizione a carrozze ordinarie, cessando così di correre su linee ad alta velocità.

Al di là di alcune livree pubblicitarie (famosa quella arancione della Banca 121), le E.404.100 non riceveranno mai, in servizio regolare, altre cromie rispetto a quella originale con l'unica variazione costituita dalla fascia rossa tra le luci frontali istituita a partire dal 2001.

Foto di Rinaldo Portalupi e Lorenzo Pallotta

Approfondimenti

Ferroviaggi

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Treni e tecnologia