Come forse non tutti sanno, il progetto tutto italiano del Pendolino non è rimasto chiuso all'interno delle Alpi ma ha attraversato i confini giungendo fino al Portogallo.

Le locali ferrovie CP - Comboios de Portugal hanno infatti acquistato 10 Alfa Pendular da utilizzare lungo le tortuose linee della nazione. La scelta di questi treni, entrati in servizio a partire dal 1999, fu dovuta proprio alla necessità di elevare la velocità massima dei convogli senza dover ricostruire la rete ferroviaria. I treni derivano strettamente dagli ETR 460/480 di Trenitalia, progettati da Fiat Ferroviaria e disegnati da Giugiaro. I carrelli sono stati ovviamente riprogettati per adeguarsi al particolare scartamento "iberico" di 1.668 mm adottato in Portogallo ed in Spagna. I convogli sono stati assemblati da Adtranz nello stabilimento portoghese di Amadora poiché il costruttore principale Fiat Ferroviaria ha subappaltato la produzione a Adtranz e Siemens.

La tecnologia ad assetto variabile adottata da questa categoria di treni, consente loro di affrontare le curve ad una velocità più elevata rispetto ai treni convenzionali, riducendo ulteriormente i tempi di percorso. I convogli hanno un angolo massimo di inclinazione di 8º, raggiunto al momento di affrontare le curve, riducendo l'effetto della forza centrifuga sui viaggiatori. L'utilizzo di questo treno non richiede particolari modifiche alla rete ferroviaria esistente, anche se risulta più costoso rispetto ai materiali tradizionali in termini di manutenzione del materiale rotabile a causa della complessità del sistema di inclinazione.

La velocità massima raggiunta dall'Alfa Pendular è di 220 km/h anche se durante le prove, effettuate rimuovendo ogni protezione software, ha toccato i 245,6 km/h nei pressi di Espinho.

Il treno è composto da sei pezzi, dei quali quattro di 2ª classe "Classe Turística" (carrozze da 6 a 3) e due di 1ª classe "Primeira Classe" (carrozza 2 e 1). Il bar è situato nella carrozza numero 3.

La livrea originale prevedeva un elegante schema basato su cassa grigio chiaro e alternanza di fasce blu e rosse con finestrini su fascia nera e frontale quasi integralmente rosso.

A partire dal 2017 i convogli hanno iniziato a ricevere una nuova cromia basata sull'argento con finestrini neri e sottili strisce verde elettrico. Sulle fiancate trovano posto alcuni pittogrammi che dedicano il convoglio a qualche esimia personalità portoghese. Il primo treno a ricevere la nuova livrea è stato il 4009 dedicato al regista Manoel de Oliveira, scomparso nel 2015.

Altre immagini dell'Alfa Pendular nella nostra gallery FotoFerrovie.Info.

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia