La ferrovia è un sistema complesso che ha molte più sfaccettature di quante se ne possano normalmente pensare. Tra queste c'è la necessità di tenere puliti binari e manufatti dalle erbacce che altrimenti renderebbero difficile la circolazione e metterebbero a repentaglio l'incolumità dei passeggeri ad esempio nelle stazioni.

Molte sono le metodologie affrontate per fare fronte a questa problematica e oggi, giusto per fare un esempio, vi parliamo di un interessante rotabile costruito dalla TecnoFer. Questa società con sede a Mantova, è stata fondata nel dicembre 1989 ed ha iniziato la sua attività col servizio di diserbo in ambito ferroviario già nella primavera del 1990.

Nel 1994 ha ideato, progettato, brevettato e costruito un convoglio tecnologicamente avanzato denominato "Treno Diserbatore Computerizzato" (TDC 500) con l'obiettivo sia di migliorare la sicurezza ed i risultati del diserbo che di ridurre l'impatto ambientale di tale attività.

Contemporaneamente ha sviluppato una metodologia per una più corretta gestione del verde in ferrovia che ha poi divulgato – molte volte in collaborazione col Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani (CIFI) – attraverso seminari, convegni ed articoli pubblicati su riviste specializzate.

Il convoglio citato provvede al diserbo spruzzando prodotti chimici concentrati sulle piante. L'utilizzo di questi prodotti è determinato dalla necessità di eliminare le erbacce alla radice per evitarne per quanto possibile il prematuro riformarsi. La delicatezza e la precisione richieste dall'operazione implicano l'uso di un mezzo specializzato in grado di circolare a non più di 15 km/h e che per questo motivo possa girare anche in notturna per evitare intralci al traffico. Questo contempla la dotazione di una grande capacità di illuminazione, di ampia visione frontale e laterale e di un preciso controllo visivo da parte degli operatori degli ugelli irroratori.

Approfondimenti

Ferroviaggi

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia