Dalla stazione centrale di Milano alle sponde dell’affascinante Lago di Como.

Domenica 7 aprile debutta il Lario Express che consentirà di raggiungere alcune tra le più belle località lariane a bordo di un treno a vapore. Su impulso dell’Assessorato alle Infrastrutture, trasporti e mobilità sostenibile della Regione Lombardia, il servizio, svolto in collaborazione con Trenord e Ferrovie Nord, stato inserito dalla Fondazione FS nel programma dei treni storici del 2019.

La partenza del treno a vapore è in programma alle 8.15 da Milano Centrale con fermate intermedie a Monza (8:33), Lissone-Muggiò (8:42), Desio (8:47), Seregno (8:52) e arrivo a Como-San Giovanni alle 9:30. Da qui sarà possibile proseguire a bordo di un caratteristico battello sul Lago di Como con destinazione Cernobbio.

Sarà possibile visitare Villa Bernasconi con ingresso a tariffa agevolata per i passeggeri del treno. Inoltre, arrivando in battello fino a Varenna sarà possibile utilizzare un treno regionale Trenord per poi risalire sul treno storico a Lecco. I passeggeri che invece desiderano proseguire il viaggio in treno a vapore partiranno da Como alle 14 per arrivare a Lecco alle 15:46. 

Il treno di ritorno partirà da Lecco alle 16:30 con arrivo a Como alle 18:23 e a Milano Centrale alle 20:12. I biglietti per viaggiare con Lario Express sono in vendita nellee biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate e su trenitalia.com. Prevista la gratuità per i ragazzi fino a 14 anni ma è comunque obbligatoria la prenotazione del posto.  

I biglietti si potranno acquistare anche a bordo, senza alcuna maggiorazione di prezzo, e in relazione alla disponibilità dei posti a sedere. Informazioni dettagliate nella sezione “viaggi ed eventi” del sito web fondazionefs.it o consultando la fanpage ufficiale della Fondazione FS su Facebook.

Mese consegna Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Aerei

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia