Dietrofront di RFI: si può restare sul treno durante la traghettata dello Stretto di Messina. Per problemi di sicurezza, infatti, dallo scorso venerdì le Ferrovie dello Stato avevano deciso di vietare la permanenza dei viaggiatori a bordo dei treni per tutti i traghetti. La decisione era stata presa a seguito di un controllo della Capitaneria di porto che aveva ritenuto non idonea una delle navi RFI, la Scilla, per gravi carenze nel sistema antincendio.

Solo una nave non idonea, quindi, ma RFI dal 1° luglio aveva deciso di vietare la permanenza dei passeggeri sul treno in navigazioni per tutte le navi. Almeno fino a sabato sera quando con nota interna ha fatto marcia indietro parziale. D'accordo con la capitaneria di porto la nave Messina è stata ritenuta idonea. Questa sarà dunque la nave che sarà utilizzata per il trasporto dei treni, lasciando che i passeggeri restino nei vagoni. Il traffico ferroviario però potrebbe costringere la compagnia ad utilizzare pure le altre navi ed in queste i viaggatori in transito sullo Stretto dovranno scendere.

 

La decisione di non permettere la permanenza sul treno presa senza alcun preavviso per i viaggiatori aveva creato una situazione di grave disagio, soprattutto per anziani e disabili, gravando sull'orario delle corse anche di parecchie ore. Una situazione che aveva provocato la reazione immediata di tutte le sigle sindacali che avevano inviato una nota congiunta al prefetto. Con questo parziale dietrofront RFI, però, non convince i sindacati che in un'altra nota attaccano: "Il fronte sindacale sollecita una risoluzione completa del problema, forse creato ad arte per, è questo il sospetto, agevolare il progetto aziendale più volte ventilato di contrarre la flotta FS sullo Stretto lasciando la sola nave Messina". E non pare esserci pace per i viaggiatori, già l'anno passato la cosiddetta "rottura del carico" – in sostanza quel che è successo venerdì – era stata ventilata dalle ferrovie italiane e poi scongiurata dalla forte protesta dell'opinione pubblica.

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia

Potrebbe interessarti anche...