Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha presentato alla stazione Termini insieme all’Amministratore delegato di Trenitalia, Barbara Morgante, e all’Assessore regionale alle Politiche del Territorio e alla Mobilità, Michele Civita, uno dei nuovi treni Jazz in esercizio sulle ferrovie regionali. 

Prosegue il miglioramento del comfort e della performance sulle linee ferroviarie regionali del Lazio gestite da Trenitalia grazie al rinnovo della flotta che, dallo scorso mese di Dicembre ad oggi, è passato dal 70% all’82% di nuovi treni. Grazie alla messa in servizio di 11 convogli Jazz e 19 carrozze Vivalto (che rientrano nel piano di investimenti che la Regione sta per firmare con Trenitalia) e in aggiunta alle 130 carrozze Vivalto già consegnate insieme ai 5 treni Jazz per il Leonardo Express e a 26 nuovi locomotori, si avvicina l’obiettivo del rinnovo di tutto il materiale rotabile a disposizione dei pendolari del Lazio. Con gli arrivi nel mese di Aprile di ulteriori treni (17 vetture Vivalto e 8 convogli Jazz), viene completato il rinnovo della flotta su alcune linee e incrementata la composizione di alcuni treni per i pendolari.

I miglioramenti sono apprezzabili sia in termini di comfort di viaggio che per l’incremento di posti offerti per treno, in particolare sulle linee:

- FL 4 (Roma - Albano, Roma - Frascati, Roma – Velletri) dove viene completato il rinnovo della flotta con l’introduzione dei nuovi treni Jazz con allestimento base, adatto a percorsi suburbani a media frequentazione, con 308 posti a sedere compresi 2 posti per disabili, con accesso a raso al binario (senza gradini), bagni attrezzati per disabili e ampie aree di accesso;

- FL 7 (Roma  - Formia) dove è stato completato il passaggio dai convogli a media distanza ai nuovi treni Vivalto per ulteriori 18 treni. Si tratta di un ulteriore passo avanti verso il rinnovo completo della flotta della linea con l’utilizzo di nuovi complessi Vivalto su 30 treni giorno rispetto a i 12 precedenti: il numero di treni completamente rinnovati è pari al 45% di quelli in circolazione. Un’ulteriore novità è rappresentata dal fatto che i nuovi convogli Vivalto sono composti da 6 carrozze con 720 posti a sedere (+14% rispetto alla composizione attuale). Giornalmente sulla FL 7 sono offerti 1.620 posti in più con un aumento dei posti offerti nei giorni feriali pari al 3,7%.

Andamento performance

Grazie agli sforzi gestionali e finanziari continua il miglioramento della puntualità anche nel primo trimestre 2016 sia considerando l’impatto delle cause esterne che al netto di queste ultime.

Le cancellazioni dei treni nel primo trimestre 2016 rispetto al 2015  si sono ridotte del 51% passando da 887 a 431 rispetto ad oltre 74 mila treni  programmati.

I prossimi passi saranno rivolti soprattutto all’incremento della capacità di trasporto su diverse linee e al miglioramento ulteriore di puntualità e regolarità di trasporto.

Sule linee principali del Lazio, nel corso dell’ultimo triennio, sono stati incrementati i collegamenti ed è stato migliorato il comfort di viaggio per i pendolari. Rispetto al 2012, il numero di collegamenti giornalieri è passato da 838 a 906 corse (+8,1%).

Gli interventi descritti hanno generato un miglioramento del comfort di viaggio, percepito chiaramente dalla clientela che, nell’ultima rilevazione della customer satisfaction, si è ritenuta soddisfatta nel 70,5% dei casi contro il 60,6% dell’omologo periodo del 2015 (marzo). Mentre dal 2012, quando le rilevazioni erano pari al 55,7 di viaggiatori soddisfatti, l’incremento è stato di circa + 14,8%.

Un robusto aumento del trasporto su ferro è il cuore del Piano della Mobilità regionale e delle azioni messe in campo in questi mesi dalla Giunta regionale. 

- Con la linea ferroviaria FL3 passante, nuove linee di servizio metropolitano nella Capitale: con il prolungamento da Roma Ostiense a Roma Tirburtina della FL3 (Roma – Viterbo) e lo sviluppo dei servizi in occasione del Giubileo (52 collegamenti in più rispetto ai precedenti 154), finalmente Roma ha una nuova linea passante che, collegando la zona Nord Ovest della città con il versante Est, si configura come un vero e proprio servizio metropolitano con l’aggiunta di ulteriori 24.000 posti a sedere in più/giorno tra Roma Tiburtina e Roma Ostiense, 200 chilometri di rete su ferro al servizio di Roma e della sua area metropolitana.

Attraverso interventi di potenziamento tecnologico e infrastrutturale da parte di Rete Ferroviaria Italiana , che in alcuni casi permettono già il passaggio di un treno ogni 7,5 minuti, è previsto un aumento della capacità delle linee per consentire un incremento della frequenza dei treni nell’area metropolitana.

- Chiusura dell’anello ferroviario a Nord. Messo a regime il nuovo assetto infrastrutturale e tecnologico e rimodulati gli orari dei treni, il prossimo passo sarà la chiusura dell’anello ferroviario a nord. Aggiornando l’accordo con Rete Ferroviaria Italiana e Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sulle “Opere infrastrutturali su ferro”, la Regione punta alla chiusura dell’anello per farlo diventare il fulcro del trasporto pubblico locale dell’intera area metropolitana.

- Leonardo Express  Roma Termini – Fiumicino Aeroporto

Dal mese di marzo sono aumentati i collegamenti no- stop da Roma Termini a Fiumicino Aeroporto: 110 collegamenti giornalieri, con un incremento di 2.200 posti pari al 7,8% in più. Dalle 7.35 alle 20.05 in partenza da Roma e dalle 8.23 alle 20.00 da Fiumicino, la frequenza del Leonardo Express è di un treno ogni 15 minuti

- Alta Velocità a Fiumicino Aeroporto. Dallo scorso mese di dicembre. Grazie ad un accordo sottoscritto con Trenitalia e Rete Ferroviaria Italiana, viaggiano due coppie di treni ad alta velocità diretti da Fiumicino a Venezia, passando per Roma, Firenze e Bologna, che stanno contribuendo al rilancio competitivo del principale aeroporto internazionale italiano e dei trasporti verso la Capitale.

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia