Ancora problemi per i treni Swing, i convogli Diesel della polacca PESA che la Regione Toscana ha da poco acquistato per sostituire le ALn 663 e 668 sulle linee della Garfagnana e del senese. Dopo i guasti ai sistemi di bordo che nell'ottobre scorso provocarono disagi sulla linea da e per Lucca ora i treni potrebbero subire un nuovo stop a causa di un allarme partito dalla casa madre, che ha di fatto obbligato Trenitalia a prendere provvedimenti fermando i treni "non conformi".

In Polonia sui treni della PESA, in 14 casi sono stati riscontrati problemi alle sospensioni dei telai dei carrelli che hanno provocato anche lo svio dai binari. Così l'Autorità nazionale per la sicurezza ferroviaria della Polonia ha avvertito l'equivalente italiana, l'ANSF, che a sua volta ha emesso un safety alert destinato alle aziende di trasporto.

«Non è detto che gli Swing che circolano in Italia ne siano interessati – dicono dall'ANSF – tra venti giorni manderemo comunque un sollecito alle aziende di trasporto per avere dei riscontri». Secondo fonti interne sui treni circolanti in Toscana non ci sarebbe alcun rischio per la sicurezza, ma a scanso di equivoci i 15 ATR 220 sono stati o dovranno essere ispezionati. Trenitalia spiega: «Le verifiche in alcuni casi hanno evidenziato alcune non conformità tali da giustificare, seppure in via del tutto cautelativa, il fermo dei treni monitorati». Ciò vuol dire che, se dopo un controllo uno o più Swing risulteranno avere qualcosa fuori posto resteranno in officina fino a quando PESA, «su cui grava la totale responsabilità», spiega Trenitalia, non definirà «un rapido e efficace piano d'intervento». I medesimi convogli, oltre che in Toscana, circolano anche nelle Marche, in Veneto, Abruzzo, Basilicata e Calabria gestiti da Trenitalia, mentre in Emilia Romagna sono di TPER e in Puglia delle Ferrovie Sud Est.

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia