FerCargo stima che dal 2008 al 2012, l'Italia abbia perso 35 milioni di treni per chilometri, ossia il 40% del traffico merci su rotaia. E non è colpa solamente della crisi, quanto di un progressivo abbandono del settore da parte dell'operatore pubblico. Lo dimostra il fatto che le imprese private stanno andando controtendenza e nel 2012 hanno prodotto 13,5 milioni di treni per chilometri, ossia l'11,5% in più dell'anno precedente.

Inoltre, le imprese aderenti a FerCargo hanno realizzato un fatturato complessivo di 250 milioni di euro e hanno conquistato circa un terzo dell'intero mercato nazionale. "Il nostro bilancio come associazione è positivo, ma non altrettanto si può dire per la situazione del trasporto ferroviario merci in Italia, che rimane il fanalino di coda in Europa", ha commentato il presidente di FerCargo, Giacomo Di Patrizi, durante l'assemblea annuale dell'associazione, che si è svolta lo scorso 8 maggio.

De Patrizi ha formalmente chiesto un incontro con il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, per presentare il piano d'emergenza per il rilancio del trasporto ferroviario delle merci. L'associazione ha stilato una lista di priorità, che comprende: operatività immediata dell'Autorità dei Trasporti, tramite la nomina dei nuovi componenti; revisione dei contributi a pioggia ad uso esclusivo di alcune modalità di trasporto, sostenendo invece modalità sostenibili, tra cui la ferrovia; abolizione dei finanziamenti per servizio universale nel trasporto ferroviario delle merci e utilizzo dello strumento di gara per le tratte meno redditizie. De Patrizi chiede anche una delega specifica sulle ferrovie ad un sottosegretario ai Trasporti.

Per quanto riguarda la vita associativa, l'assemblea ha confermato Giacomo Di Patrizi alla presidenza per il prossimo biennio. Confermati anche Marco Terranova e Guido Porta nel Comitato Esecutivo, dove sono entrati pure Francesco Cacciapuoti e Mauro Pessano. È stato annunciato l'ingresso nell'associazione di Hupac e di FuoriMuro. Ora, l'elenco degli associati comprende Captrain Italia, Compagnia Ferroviaria Italiana, Crossrail, GTS Rail, Interporto Servizi Cargo, Hupac, Fuorimuro, InRail, NordCargo, Oceano Gate, Rail Cargo Italia, Servizi ISE srl, Rail Traction Company e SBB Cargo Italia.

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia