Gli ETR 470 ex-Cisalpino continueranno a circolare lungo l'asse del San Gottardo anche dopo il 2014. Trenitalia non ha infatti intenzione di togliere dall'esercizio i suoi convogli, contrariamente a quanto faranno le Ferrovie Svizzere FFS.

A fine maggio 2011, la compagnia elvetica aveva affermato infatti che gli ETR.470 di loro proprietà sarebbero stati progressivamente ritirati dal servizio entro il 2014. Già allora però le Ferrovie Federali avevano avvertito che nessun accordo era stato raggiunto con Trenitalia per un ritiro simultaneo.

E qualche giorno fa, dalle colonne del "SonntagsBlick", il portavoce delle FFS Christoph Rytz ha affermato che le ferrovie italiane continueranno a utilizzare l'ETR 470 anche dopo dicembre 2014 e che a tal scopo Trenitalia starebbe revisionando i suoi treni.

L'ETR 470 avrebbe dovuto essere il fiore all'occhiello della società Cisalpino, joint-venture tra FFS e Trenitalia nata nel 1997, ma in realtà il treno è conosciuto al grande pubblico elvetico soprattutto per i suoi numerosissimi guasti che hanno avuto tra le tante ripercussioni il divieto di circolazione in Germania.

Secondo le FFS, inoltre, gli ETR 470 hanno anche costi finanziari molto elevati e decisamente fuori dall'ordinario. La loro manutenzione è infatti quattro volte più costosa rispetto ai "pendolini svizzeri" ICN. Per garantire le coincidenze del traffico interno alla Svizzera, gli ETR 470 sono inoltre affiancati tra Zurigo e Lugano da un treno ICN supplementare.

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia

Potrebbe interessarti anche...