Il nuovo servizio Mercitalia Fast è iniziato ufficialmente ieri sera e si è concluso, nella sua prima uscita, questa notte.

Avremmo potuto dormire ma la curiosità di vedere se la prima era stata buona era troppa, per cui, grazie ad alcuni appostamenti, siamo riusciti ad analizzare il primo viaggio che, ve lo diciamo subito, ha avuto esito positivo.

La prima sorpresa c'è stata a inizio servizio visto che il convoglio ha lasciato Marcianise intorno alle 20 con circa mezz'ora di anticipo che ha mantenuto sostanzialmente invariata fino a Bologna dove è giunto poco più di 20 minuti prima di quanto previsto sulla tabella di marcia.

Discorso leggermente diverso per il viaggio di ritorno. In questo caso l'ETR 500 M 01 ha lasciato l'Interporto di Bologna circa 40 minuti prima del dovuto ma ha visto dimezzato l'anticipo già a Castelmaggiore arrivando quindi a destinazione sostanzialmente in orario.

Al di là dei dati statistici, questi orari permettono di risolvere un dubbio che era venuto a molti, ossia se c'era fisicamente il tempo di effettuare le operazioni di carico e scarico in poche ore, vista anche la tipologia del convoglio non particolarmente comoda per l'incarrozzamento.

I numeri dicono che la procedura è fattibile e che il treno di notte riesce a fare tranquillamente orario, anche se per dare una valutazione definitiva sarà necessario comunque attendere qualche tempo.

A questo punto rimane solo il secondo dubbio che era sorto ad appassionati e addetti ai lavori. Non c'è bisogno di un secondo treno da utilizzare in caso di guasti al primo?

Foto e video Matteo Burroni

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia