Va avanti con buona lena in Emilia-Romagna il programma di rinnovo di parte della flotta dei convogli destinati al trasporto ferroviario dei pendolari.

Nella giornata di ieri è entrato in servizio sulla linea Tper tra Modena e Sassuolo il primo ETR 243 "Alfa 2".

“Una prima, importante risposta – ha sostenuto l’assessore alle Infrastrutture e trasporti della Regione Emilia-Romagna Raffaele Donini - verso il totale rinnovamento del materiale rotabile, che mette al centro la qualità del servizio e il comfort e l’efficienza sulla tratta. Prosegue così la ‘cura del ferro’ dell’Emilia-Romagna per rendere tutte le linee pendolari affidabili, con standard di qualità molto elevati, e per garantire a pieno il diritto alla mobilità”.

Un altro "Alfa 2" entrerà in servizio dal 15 settembre e con l’occasione sarà messa in atto una ridefinizione dell’orario per giungere a un cadenzamento delle corse a 40 minuti per tutta la giornata, con l’aggiunta di nuovi collegamenti serali anche a un orario più avanzato rispetto a quello attuale. Il nuovo orario è ora in corso di definizione e sarà condiviso tra tutti i soggetti coinvolti: Regione, Tper, Fer, Comitato utenti e amministratori locali del territorio.

Se questa è l'attualità, anche migliore è il futuro, poiché grazie agli interventi previsti dalla ‘gara del ferro’, sulla linea Modena-Sassuolo entreranno in funzione due nuovi treni Alstom Pop nel maggio/giugno 2019 con il conseguente rinnovo totale del materiale rotabile sulla linea.

Approfondimenti

Ferroviaggi

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia