Nel lento ma profondo rinnovamento che sta coinvolgendo i rotabili per treni regionali di Trenitalia, se ne stanno andando in maniera silenziosa anche gruppi di mezzi meno antichi.

Di sicuro fanno meno notizia perché nel loro caso accantonamenti e invii a demolizione avvengono pochi alla volta, ma anche le ALe 582 iniziano a vedere delle defezioni nei loro ranghi che ne stanno inesorabilmente assottigliando il numero.

Del resto, la rotta verso i convogli Pop e Rock che li dovranno sostituire è ben tracciata e non manca molto che questi convogli vedano la luce al di fuori delle fabbriche di produzione e quindi i binari della nostra rete ferroviaria.

Così, senza troppi strepiti, nelle settimane scorse sarebbero state avviate a demolizione, secondo alcuni avvistamenti, tre ALe 582 e altrettanti rimorchi, rispettivamente le ALe 582.008, .045 e .050 e i rimorchi Le 562.007 e .034 e Le 763.120, trasferiti da Cremona ad Alessandria.

Oltre a questo uno spostamento avrebbe riguardato anche altri mezzi, probabilmente anche in questo caso per un successivo invio a demolizione, poiché sarebbero stati movimentate da Pescara (dove risultavano già accantonate) a Sulmona le ALe 582.022, .033 e .065 ed i rimorchi Le 562.030 e Le 763.145.

Intendiamoci, per queste belle automotrici costruite tra il 1987 ed il 1991 ci sono ancora mesi di lavoro davanti sui nostri binari ma il conto alla rovescia per la loro estinzione può considerarsi iniziato.

Approfondimenti

Ferroviaggi

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia