Ferrovie dello Stato sta “spingendo moltissimo” su Nugo, l’applicazione lanciata qualche mese fa per la mobilità integrata door to door.

La dichiarazione arriva direttamente dal presidente Gianluigi Castelli durante la prima presentazione internazionale della piattaforma a InnoTrans 2018 a Berlino.

“Nugo ha avuto un momento di successo notevole” nella fase iniziale, “ha fatto un rating eccellente”, ha spiegato Castelli, con 60 mila download nel primo mese. Ma l’applicazione “soffre in questo momento del limite degli accordi commerciali in divenire, per cui la copertura punto-punto è ancora parziale, ma le cose miglioreranno nel tempo: stiamo spingendo moltissimo”, ha detto ancora Castelli.

“In Italia ci sono 1.200 operatori della mobilità e non è facile convincerli a venire a bordo, convincerli sull’assoluta trasparenza e imparzialità” della app, ha spiegato il presidente di FS, precisando che al momento sono circa 200 gli operatori coinvolti e l’obiettivo è di coinvolgerli “tutti”.

Tra i tanti anche Italo “ha espresso interesse e noi siamo apertissimi, sarebbe una cosa bellissima per dimostrare la neutralità della piattaforma”, ha detto Castelli, concludendo con un cenno ad Alitalia “i contatti sono in corso e costanti”.

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia