Una livrea a nostro modo di vedere davvero molto bella, che avrebbe meritato senza dubbio maggiore fortuna, è quella nota come “Brand AV” ed applicata nel corso dei primi anni ’10 agli elettrotreni delle Ferrovie dello Stato.

Caratterizzata da una base grigio chiaro, vedeva innesti argento chiaro, argento scuro e nero con alcune eleganti punte di rosso relative ai loghi aziendali. Si trattava di una cromia molto appariscente ed elegante che ben esaltava il concetto di alta velocità ferroviaria grazie a uno schema filante e molto omogeneo.

Questa livrea trovò applicazione, come detto, sui Pendolino di seconda generazione (anche nella variante t-Biz), sugli ETR 500 politensione e, seppure per pochissimo tempo, anche sugli ETR 600 sui quali, probabilmente, rendeva nel migliore dei modi.

La decisione di brandizzare i segmenti e quindi di inserire maggiore quantità di rosso su questa cromia, con delle fasce sopra al telaio, portò ad un appesantimento della livrea stessa che risultò immediatamente meno sgargiante, al punto da essere pochi anni dopo ancora una volta rivista con quella che è la attuale livrea Frecciarossa e Frecciargento.

La livrea “Brand AV”, sebbene durata pochi anni, resta di fatto tra le più eleganti se non la più elegante mai rivestita dagli elettrotreni italiani di ultima generazione.

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia