Come utenti del servizio ferroviario siamo sempre abituati a vedere i treni finiti, in servizio e a salirci sopra quando sono stati fisicamente consegnati alla compagnia ferroviaria che li ha acquistati.

Non capita spesso, perciò, di poter vedere un convoglio durante la sua costruzione, evento che peraltro è ancora più raro oggi, quando entrare nelle officine i cui si realizzano i convogli nuovi è quasi impossibile, per ragioni di segretezza progettuale e soprattutto per la spettacolarità con la quale si vuole poi "svelare" a pubblico e stampa il nuovo convoglio senza che si siano viste immagini prima in giro.

Una volta tanto, però, siamo in grado di mostrarvi un treno quando era ancora in costruzione, complice la possibilità di accedere agli stabilimenti della CAF in Spagna. Il treno in questione è l'ATR 365, costruito appunto dalla Construcciones y Auxiliar de Ferrocarriles per le linee della Sardegna.

 

Grazie alle foto di Alfonso Marco Pérez possiamo vedere i convogli quando erano in costruzione nel 2012 con alcune casse con una prima mano di antiruggine e altre addirittura a livello di lamiera nuda.

Il raffronto con il treno assemblato e verniciato permette di comprendere l'immensa mole di lavoro che c'è dietro una costruzione simile e di quanto la realizzazione di un convoglio sia un processo lento e delicato che coinvolge una notevole quantità di manodopera.

 

Ricordiamo che gli ATR 365 e gli ATR 465, rispettivamente a 3 e 4 casse, sono convogli ad assetto variabile a trazione Diesel per il servizio regionale, costruiti in 6 esemplari i primi e 2 i secondi. 

Tutti si caratterizzano per una velocità massima di 160 km/h e sono affidati a Trenitalia che li utilizza nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione.

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia