Percorrere l’antica e affascinante ferrovia che da Pistoia si inerpica nelle verdi vallate dell’Appennino Tosco Emiliano, con ardite gallerie e maestosi viadotti, fino a Porretta Terme: dallo scorso maggio è possibile grazie ai treni storici Porrettana Express di Fondazione FS Italiane.

Il grande successo di pubblico ottenuto ha incoraggiato l'organizzazione a proporre un incremento delle corse e, per soddisfare le numerose richieste, nei mesi di settembre e ottobre il treno storico Porrettana Express raddoppia. Cinque gli appuntamenti domenicali in programma: 2 e 16 settembre, 7 e 21 ottobre e 4 novembre, ultima data in calendario per il 2018.

Domenica 2 settembre il treno partirà da Pistoia alle ore 9.30 con arrivo a Porretta Terme alle 11:10, da dove ripartirà alle 17:23 per arrivare a Pistoia alle 18:50.

A partire da domenica 16 settembre l’orario di partenza da Porretta Terme sarà anticipato alle ore 16:30, con arrivo a Pistoia alle 17:18.

Ogni prima domenica del mese è sempre possibile prenotare una visita guidata al Deposito Rotabili Storici di Pistoia, hub manutentivo gestito dalla Fondazione FS dove dal 1864 si effettua la manutenzione delle antiche vaporiere che percorrono ancora oggi, alla testa dei treni storici, le linee ferroviarie della penisola.

Per visitare il DRS di Pistoia occorre inviare una mail all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

I biglietti per viaggiare a bordo dei treni Porrettana Express - 12 euro adulti/6 euro ragazzi - sono acquistabili attraverso i principali canali di vendita Trenitalia o direttamente a bordo treno senza alcuna maggiorazione.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.fondazionefs.it o la fanpage ufficiale della Fondazione FS su Facebook. 

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia