La galleria ferroviaria del San Gottardo è una delle costruzioni del secolo. Con i suoi 57 km è il tunnel ferroviario più lungo del mondo, realizzato da quattro talpe Herrenknecht, equipaggiate con cavi Lapp. Dalla fine del 2016 i treni ad alta velocità sfrecciano attraverso il tunnel e i tempi di percorrenza Milano-Zurigo si sono ridotti a sole h. 2,40, ovvero un’ora in meno rispetto al passato.

 

La costruzione è durata 17 anni e sono state necessarie talpe lunghe 400 metri e con teste da 9,50 metri realizzate su misura dall’azienda Herrenknecht.“In tutti i nostri progetti collaboriamo con il Cliente e i partner coinvolti per superare i limiti del possibile” dichiara Stefan Jäke, Project Manager e Head of the Order Centre di Herrenknecht. Le talpe vengono costruite per intero in Herrenknecht, che le testa in attività al fine di ottenere l’approvazione dalla committenza. Successivamente, vengono smontate e, infine, consegnate. “Ogni macchinario per lo scavo è un pezzo unico, concepito per il progetto specifico e adatto alla relativa geologia corrispondente” continua Stefan Jäke, che conclude: “Senza fornitori competenti in grado di garantire soluzioni dall’elevata qualità e affidabilità, non riusciremmo ad ottenere i risultati che siamo abituati a raggiungere ogni giorno.”

In tal senso, la scelta dei migliori componenti è fondamentale per rispondere efficacemente alle richieste più sfidanti. Per le talpe utilizzate per il tunnel del San Gottardo, Herrenknecht si è rivolto a Friedrich Streb, grossista di materiale elettrico, che ha proposto i sistemi di connessione Lapp, quali i cavi di controllo e comando ÖLFLEX®, cavi per trasmissione dati UNITRONIC® ed ETHERLINE®, pressacavi SKINTOP® e SKINDITCH® e i connettori EPIC®.

 

I cavi e i connettori utilizzati per le sezioni anteriori delle talpe hanno soddisfatto requisiti totalmente diversi rispetto a quelli installati all’interno della stessa. I connettori industriali EPIC®, ad esempio, sono stati impiegati come prolunga durante la costruzione del tunnel del San Gottardo. La motivazione risiede nella necessità di disporre di un cavo di alimentazione e comando in grado di coprire la lunghezza richiesta dalla talpa in movimento verso le profondità della montagna.

A garanzia della massima continuità di esercizio, i connettori Epic® H-BE sono stati interconnessi ogni 50 metri con custodie ed inserti. Questi connettori sono particolarmente adatti per applicazioni che presentano tensioni e intensità di corrente elevate e si contraddistinguono per la loro affidabilità: caratteristica estremamente importante quando ci si trova nel cuore del tunnel.

In aggiunta, se all’interno dell’ampia gamma Lapp non è presente il cavo corretto per l’applicazione, il Gruppo possiede il know-how tecnico e la capacità produttiva per crearlo.
In tal senso, per rispondere ad ogni necessità di Herrenknecht, Lapp ha sviluppato un cavo ad hoc per le gru posizionato nell’area posteriore della talpa. Questo sistema si manovra con comandi wireless da remoto, ma è prevista un’alimentazione secondaria qualora venga meno il collegamento. Il manovratore dispone, quindi, di un pannello di controllo portatile dotato di un cavo di connessione lungo 6 metri, che può essere collegato, se necessario, ai connettori Lapp.
Il cavo è stato predisposto per essere costantemente in movimento e permette di trasmettere i segnali bus per spegnere la gru in caso di emergenza.
Lapp ha, infine, proposto un cavo Profibus combinato, realizzato con cavi di controllo estremamente flessibili, il cui rivestimento esterno è in grado di resistere anche ai più estremi stress meccanici.

Stephan Gabler, Director of Customized Products di Lapp dichiara: “Siamo molto orgogliosi della collaborazione con Herrenknecht per la realizzazione di questo progetto unico e della fiducia dimostrata dal nostro partner, che è rimasto soddisfatto delle nostre soluzioni.”

Approfondimenti

Ferroviaggi

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia

Seguici su Facebook