In attesa delle strategia per uscire dalla crisi, che verrà illustrata ai rappresentanti sindacali in giornata dal ministro Di Maio, un’altra tegola potrebbe abbattersi su Alitalia.

Alla commissaria europea alla Concorrenza, Margrethe Vestager, non è infatti piaciuta la decisione dell’azienda di aprire una nuova lounge a Fiumicino, e di acquistare uniformi nuove di zecca per i dipendenti. Ricordiamo che al momento Alitalia è commissariata e beneficiaria di un prestito ponte dello Stato di 900 milioni di euro, da restituire entro il 15 dicembre.

Quindi la Vestager ha chiesto all’Italia di “fornire chiarimenti” per capire se per questi investimenti siano stati utilizzati fondi del prestito ponte. Se la risposta fosse affermativa, potrebbe configurarsi una violazione delle regole europee sugli aiuti di Stato. E sullo stesso prestito ponte, la Commissione europea ha già aperto un’inchiesta per il sospetto che si tratti di un aiuto di Stato.

In merito alle divise, Alitalia si è difesa dicendo che sono state realizzate dalla stilista Alberta Ferretti e non prevedono esborsi, perché parte di una collaborazione commerciale.

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia