Il Marocco si avvia a grandi passi verso l'Alta Velocità.

Lanciato nel 2011 il progetto sarà presto realtà, visto che l'azienda ferroviaria statale ONCF (Office National des Chemins de Fer), effettua ormai da diversi mesi prove tecniche sui treni, stabilendo contestualmente anche il record di velocità nazionale di 357 chilometri all’ora tra Tangeri e Kenitra.

Ora la linea ad alta velocità ha bisogno di una certificazione da parte di una società di revisione internazionale che se tutto va secondo i piani prestabiliti dovrebbe arrivare nel breve periodo.

Secondo quanto riferito dalla compagnia ferroviaria il TGV marocchino, battezzato lo scorso 12 luglio dal re Mohammed VII “Al Boraq“, ovvero il cavallo alato, porterà i primi passeggeri nell’ultimo trimestre dell’anno, collegando Tangeri a Casablanca in 2 ore e 10 minuti invece di 5 ore e Tangeri alla capitale Rabat in 1 ora e 20 minuti invece delle 3 ore e 45 minuti di oggi.

Per questo progetto ONCF è stata sostenuta da diversi team delle ferrovie francesi SNCF, che si sono occupate in particolare della formazione del personale.

La Francia ha inoltre fornito, attraverso vari prestiti, il 51% del finanziamento per 2 miliardi di euro per l’Alta Velocità ferroviaria marocchina. Riprogettate anche le nuove nuove stazioni di Tangeri, Kenitra, Rabat-Agdal e Casa Voyageurs, che possono così accogliere i TGV marocchini, che arriveranno direttamente nel cuore delle città più dinamiche del paese.

Foto ONCF

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia