«Ho in programma di fare dei pattuglioni della polizia a bordo dei treni per cacciare a calci in culo chi non paga o delinque».

Queste le parole di Matteo Salvini, ministro degli Interni, durante una diretta Facebook di questo pomeriggio, 11 ottobre 2018. Il riferimento è chiaramente agli innumerevoli episodi di violenza che ogni giorno si verificano sui treni, specialmente quelli regionali che viaggiano da e per le grandi città italiane. Un annuncio, quello del vicepremier, che non mancherà che scatenare il consueto vespaio di polemiche: scelta di buon senso o mossa eccessiva dal gusto fascista

A prescindere da questo, sarà da verificare se l'annuncio del vicepremier possa essere supportato dai numeri della Polizia di Stato in termini di agenti, quanto mai in sottonumero in molte città italiane.

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia