La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia ha approvato la proposta tariffaria per i servizi ferroviari transfrontalieri Udine-Trieste-Lubiana tra la Regione Friuli Venezia Giulia e la Repubblica di Slovenia, che saranno attivati a partire dal 9 settembre 2018 a cura di una partnership tra le Società ferroviarie Trenitalia e la Slovena Slovenske železnice.

I collegamenti ferroviari saranno garantiti con cadenza giornaliera con due coppie di corse di cui una prolungata fino a Udine, con l'utilizzo dei nuovi elettrotreni ETR 563 di proprietà regionale e affidati in uso a Trenitalia. I treni, attrezzati e certificati anche per la circolazione su rete slovena, dispongono di 272 posti a sedere e 30 posti bici su appositi supporti.

Le fermate definite sono 7 in territorio del Friuli Venezia Giulia e 8 in Slovenia. In regione il treno fermerà a Udine, Palmanova, Cervignano-Aquileia-Grado, Trieste Airport, Monfalcone, Trieste Centrale e Villa Opicina. In territorio Sloveno il treno fermerà a Sezana, Divaca, Pivca, Postonja, Rakek, Logatec, Borovnica e infine a Lubiana.

Per quanto riguarda il costo dei biglietti, frutto di una condivisione tra Trenitalia e SŽ, si è fatta la somma tra le tariffe applicate per la parte in Friuli Venezia Giulia e quelle applicate in Slovenia. Per la tratta in Friuli Venezia Giulia, tra Trieste e il confine, si è definita una tariffa convenzionale pari a 1,20 euro corrispondente alla prima fascia tariffaria (da 0 a 4 km) applicata ai servizi ferroviari regionali (1,25 euro) arrotondata a 1,20 euro per motivi legati al sistema di vendita Trenitalia.

A titolo di esempio, per arrivare a Lubiana da Villa Opicina o da Trieste Centrale (e viceversa), il biglietto costerà 8 euro, da Monfalcone costerà 10,80 euro, da Trieste Airport 11,60, da Cervignano-Aquileia-Grado 12,60, da Palmanova 13,60, da Udine 15,60. Per raggiungere Sesana, che è la tratta più vicina e quindi più economica, si va da 2 euro da Villa Opicina e Trieste Centrale, ai 9,60 euro del collegamento con Udine.

"I nuovi servizi ferroviari tra Friuli Venezia Giulia e Slovenia aprono una nuova stagione di integrazione dei trasporti e di promozione della mobilità ferroviaria e quindi sostenibile. Le tariffe - ha detto l'assessore a Infrastrutture e Territorio, Graziano Pizzimenti - sono pensate per promuovere un servizio che accresce le capacità di connessione anche in chiave multimodale, considerando la fermata strategica all'aeroporto regionale Trieste Airport".

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia