Ferrovia e beni culturali alle volte si fondono, come nel caso di quanto è accaduto nella stazione di Terontola.

“In questi giorni siamo stati informati con una comunicazione ufficiale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali che la Pensilina della nostra stazione ferroviaria di Terontola è rientrata in una speciale categorie di siti di interesse che devono essere tutelati". Queste le parole del Sindaco di Cortona Francesca Basanieri.

"È una grande soddisfazione e conferma quanto diciamo da tempo sulla stazione FS di Terontola quale snodo strategico per i viaggiatori, fin dal XIX secolo. Il fatto che la stazione di Terontola già nel milleottocento sia stata addobbata con opere di così alto pregio ne evidenzia la sua importanza. Spero, conclude il Sindaco, che questa piccola novità sia di buon auspicio per il futuro della stazione e ci sia di aiuto nella nostra battaglia per difendere i servizi della stazione."

La pensilina, comunica il MIBACT, è una tipica struttura in ferro e ghisa con capitelli floreali e colonne a sezione circolare, realizzata nel 1875. La permanenza delle pensiline a ornato floreale nella stazione di Terontola costituisce un “unicum” da tutelare per il pregio della tipologia del manufatto e per il suo valore di documento della “moda” del viaggio in ferrovia nel XIX secolo.

In questa struttura, dichiara il Ministero, vi sono pregevoli capitelli floreali ed elementi caratteristici dell’architettura ferroviaria liberty.

Foto Marco Bennati

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia