Finalmente si interviene sulla piaga dei venditori ambulanti abusivi a bordo dei treni.

Durante i controlli della Polfer di Terni, potenziati in occasione delle vacanze, è stato rintracciato un giovane di origini campane, già noto come venditore abusivo di cibo e bevande a bordo dei treni regionali della tratta Roma – Ancona.

L'uomo deve rispondere, oltre che delle violazioni previste dal regolamento di Polizia Ferroviaria, anche dell’attività commerciale priva di licenza che prevede una sanzione amministrativa di 5.164 euro, oltre alla confisca dei generi alimentari e delle attrezzature usate per la vendita.

Nell'ambito dello stesso controllo sono stati fermati all’interno della stazione, in tre distinte vicende, anche due nigeriani richiedenti asilo ed un marocchino. Tutti e tre hanno tentato di sottrarsi all’identificazione, hanno rifiutato di fornire le proprie generalità e hanno violato le norme che regolano l’immigrazione e sono per questo stati denunciati.

L'uomo di origini marocchine, inoltre, residente ad Aversa, è risultato avere numerosi precedenti penali per reati di droga. Privo di mezzi di sostentamento, non ha saputo giustificare la propria presenza a Terni, quindi è stato munito di Foglio di Via Obbligatorio e divieto di ritorno in questo comune per tre anni.

All'entrata in servizio di Rock e Pop mancano:
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia