Alstom è destinata a diventare la prima compagnia in grado di realizzare treni a idrogeno nel Regno Unito attraverso la conversione di materiale rotabile già esistente.

La società ha detto che la decisione è stata la “prima risposta del settore” alle richieste del governo britannico di eliminare tutto il materiale rotabile diesel entro il 2040.

Alstom convertirà i treni elettrici classe 321 attraverso l’installazione di serbatoi di idrogeno e celle a combustibile. La cella a combustibile sui treni produrrà elettricità attraverso una combinazione di idrogeno e ossigeno per creare acqua. L’energia elettrica verrà quindi immagazzinata temporaneamente nelle batterie e il treno sarà alimentato a trazione elettrica.

Alstom svolgerà il lavoro nel suo sito di Widnes, nel Cheshire, con la collaborazione di Eversholt Rail.

La decisione è stata accolta favorevolmente dal governo britannico dopo che il ministro delle ferrovie Jo Johnson aveva chiesto a febbraio l’eliminazione di tutto il materiale rotabile diesel entro il 2040.

Inoltre, il Segretario dei trasporti Chris Grayling ha recentemente annullato diversi progetti di elettrificazione della rete ferroviaria per eccedenze di costo, sostenendo che i progressi tecnologici - come i treni alimentati a idrogeno - eliminerebbero la necessità di linee elettrificate nei prossimi anni.

Meno della metà della rete del Regno Unito è elettrificata e lo sviluppo dei treni a idrogeno potrebbe significare che nessun’altra tratta venga alimentata in questo modo, al di là di quelle già pianificate.

Alstom ha già realizzato un treno a idrogeno in Germania il Coradia iLint, che è attualmente in fase di sperimentazione.  Il Coradia iLint non si adatta però alle linee ferroviarie del Regno Unito, da qui la decisione dell’azienda di convertire materiale già esistente.

Nick Crossfield, capo di Alstom nel Regno Unito e in Irlanda, ha dichiarato: “L’idrogeno non elimina solo il carbone, ma i treni sono silenziosi e non emettono sostanze inquinanti, il che significa che offrono anche una notevole qualità dell’aria e benefici per l’inquinamento acustico.

“In termini di costi, i treni a idrogeno possono aiutare a evitare la necessità dell’elettrificazione della linea, i cui costi di realizzazione sono molto elevati”.

Quasi un terzo dei treni del Regno Unito è diesel. Questo materiale rotabile dovrà essere sostituito o rinnovato per realizzare l’obiettivo del governo di eliminare tutti i treni diesel entro il 2040.

Alstom, che ha raggiunto 7,3 miliardi di sterline (6,4 miliardi di sterline) di vendite e 10 miliardi di euro di ordini nell’anno 2016/17, ha sede in Francia, e dà lavoro a quasi 33.000 persone in più di 60 paesi.

Foto di Chris McKenna (Thryduulf), CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=650394

Approfondimenti

Ferroviaggi

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia