Il ministro Graziano Delrio ha firmato il decreto di riparto di 1,397 miliardi di fondi pubblici destinati al trasporto rapido collettivo.

A questa cifra si aggiungono i 665,77 milioni approvati dal Cipe lo scorso 22 dicembre per un totale complessivo di 2,063 miliardi.

La parte più consistente dei fondi, va Milano con 396,15 milioni che si aggiungono a 285,28 milioni già disponibili per un totale di 691 milioni che andranno al primo lotto della linea Milano-Limbiate, all’acquisto di 50 nuovi tram a tipologia bidirezionale, a interventi e opere sulla linea M2 e M4.

Segue Roma, alla quale vanno 425,52 milioni, destinati a interventi di adeguamento per le linee metropolitane A e B, e all’acquisto di 14 nuovi treni, 2 per la linea A e 12 per la linea B.

Torino riceve 223,14 milioni ai quali si aggiungono 123,70 milioni per un totale di 371 milioni destinati alla linea metropolitana 1. Per Napoli, il Cipe del 22 dicembre ha approvato risorse per 267,82 milioni per finanziare, fra l’altro la prima fase della Linea 6. Il Cipe ha anche approvato 115 milioni per la tratta Misterbianco-Belpasso, nell’area urbana di Catania. Sempre a Catania sono stati assegnati 59,50 milioni per la fornitura di 17 treni per la Circumetnea.

Altri fondi pubblici del pacchetto liberato dal Ministero sono stati destinati a Genova (137,38 milioni), Firenze (47 milioni più 119 già disponibili), Padova (56 milioni), Reggio Calabria (23 milioni).

Approfondimenti

Ferroviaggi

La ferrovia che scompare

Correva l'anno

Dal nostro YouTube

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia