Ferrovie: Linea Bari - Taranto, rubati 1.800 metri di rame

Rubati altri 1.800 metri di trecce di rame lungo la linea di alimentazione elettrica dei treni tra Acquaviva delle Fonti e Sannicandro (BA).

A distanza di pochi giorni, questa notte ignoti hanno tranciato e asportato, con le medesime modalità, altre trecce di rame.

Disagi per i viaggiatori. Per tutta la giornata di oggi, fino alle 12 di domani, la circolazione sul tratto interessato avverrà su un solo binario. I treni in partenza da Bari e diretti a Taranto allungheranno i tempi di viaggio di circa 10 minuti. Alcuni treni potranno limitare il percorso o essere sostituiti con bus.

Su questa tratta, da giugno 2016 a oggi si sono registrati ben cinque episodi di furto o tentata asportazione di trecce di rame lungo la linea di alimentazione elettrica. Quello che ha avuto maggiori ripercussioni si è verificato all’inizio di quest’anno con  più di 100 treni coinvolti con ritardi fino a 30 minuti.

Leggi tutto...

Pendolaria 2016: come sarà il trasporto regionale nei prossimi anni

È stato illustrato oggi, in occasione del rapporto Pendolaria 2016, il piano di Trenitalia per il futuro del trasporto regionale.

Per il 2017 è prevista la consegna di 29 nuovi treni suddivisi come segue:

Provincia di Bolzano: 4
Friuli Venezia Giulia: 2
Provincia di Trento: 3
Veneto: 7
Abruzzo: 1
Emilia Romagna: 1
Marche: 1
Lazio: 4
Toscana: 3
Calabria: 1
Campania: 2

I treni sono 8 Vivalto, 6 Jazz, 6 Swing e altri 9 tra Stadler e CAF.

Il piano investimenti di RFI verterà sulla linea adriatica, sula Torino - Milano, in Sicilia e in Sardegna con tecnologie in grado di aumentare la capacità dell'infrastruttura.
Questi interventi di potenziamento/miglioramento della rete convenzionale avranno ricadute positive sulla regolarità e sulla puntualità dei treni.
RFI ha anche in cantiered progetti per migliorare l'accessibilità volti ad abbattere le barriere architettoniche.

Con il nuovo contratto di servizio in Sicilia e con la collaborazione di RFI ci sarà più frequenza e più velocità nelle aree extraurbane, ci saranno interventi nelle aree metropolitane (ad es. quella di Palermo) e investimenti sulla Palermo - Catania con riduzione dei tempi di percorrenza.

Definita la coloritura dei nuovi Coradia Alstom per Trenitalia?

È stato mostrato nella giornata di oggi il rendering dei nuovi treni Coradia Meridian Alstom ordinati da Trenitalia in 150 esemplari.

La prima cosa che balza agli occhi è la livrea che dopo le varie possibilità proposte, dovrebbe essere simile a quella dei treni Jazz, Swing e Rock.

In anteprima il bozzetto presentato alla stampa.

Trenord, confermato lo sciopero di venerdì 27 gennaio

È stato confermato lo sciopero del personale Trenord in programma per il prossimo venerdì 27 gennaio.

L'agitazione, che sarà di 8 ore, è stata indetta dalle organizzazioni sindacali Orsa Ferrovie, Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt-Uil, Fast Ferrovie, Ugl Trasporti e Faisa Cisal.

Dalle 9,01 alle 17, i treni regionali e suburbani, inclusi quelli circolanti sull'S6 Novara-Pioltello/Treviglio il Domodossola-Arona-Milano, potranno quindi variazioni e cancellazioni.

Le fasce orarie di garanzia non sono interessate dallo sciopero e viaggeranno quindi regolarmente i treni in partenza entro le ore 9 e con arrivo a destinazione finale entro le 10. Eventuali ripercussioni sulla circolazione saranno possibili anche dopo la conclusione dello sciopero.

I collegamenti aeroportuali "Milano Cadorna/Milano Centrale - Malpensa Aeroporto" e "Malpensa Aeroporto - Bellinzona", in caso di non effettuazione dei treni, potranno essere sotituiti da autobus Point-to-Point [Senza fermate intermedie] per le sole tratte "Luino - Malpensa Aeroporto" e "Malpensa Aeroporto - Milano Cadorna".

In concomitanza con lo sciopero, le Segreterie Regionali Lombardia di Filt, Fit, Uiltrasporti, OR.S.A. Ferrovie, Fast Mobilità, UGL Trasporti e Faisa Cisal hanno organizzato a sostegno e in occasione dello sciopero di Trenord un presidio a Milano Cadorna dalle 10 alle 13.

E.464.238, una locomotiva dalla livrea... particolare

Capita alle volte che nelle officine o nei depositi sia necessario sostituire qualche pezzo di una locomotiva ma non sempre si abbia la piena disponibilità di quello che serve o almeno non nella cromia giusta. È probabilmente il caso di quanto accaduto in qualche impianto milanese che ha in carico la E.464.238. All'atto della sostituzione del guscio frontale, la macchina in livrea Trenitalia ne ha ricevuto uno in livrea Trenord.

L'elemento più evidente, oltre alla diversa tonalità di verde dei due schemi, è la presenza di due loghi differenti, quello Trenord sotto al terzo faro e quello Trenitalia sotto al finestrino laterale del Personale di Macchina.

Con questa livrea, per noi inedita, possiamo seza dubbio annoverare la E.464.238 tra le locomotive "insolite" che hanno girato sui binari della nostra Penisola.

Foto di Alessandro Ferraro

Delrio a "Otto e mezzo": aumenti abbonamenti ferrovia linee AV non accettabili

Si tratta di "un aumento eccessivo e fatto in maniera violenta. Non è accettabile". A dirlo è il ministro Graziano Delrio riferendosi agli aumenti degli abbonamenti ferroviari per l'alta Velocità di FS. "Bisogna che ci mettiamo a sedere e ne discutiamo", ribadisce, ospite della trasmissione "Otto e mezzo" su La7.

Delrio ribadisce tuttavia che il ministero non ha una competenza diretta e non può imporre nulla perchè sono scelte di mercato, anche se, sottolinea Delrio, serve attenzione agli aspetti di "servizio pubblico", di "attenzione ai pendolari": come obiettivo, spiega il ministro, "cercheremo di ragionare per una cosa fatta in maniera differente, con più gradualità e meno intensità, Non considero questa scelta adeguata ad una grande azienda che sta facendo benissimo".

Leggi tutto...

Ferrovie: Al via il primo treno merci tra Trieste e Kiel

Avrà ufficialmente inizio mercoledì 25 gennaio, il servizio del primo treno intermodale programmato a lunga percorrenza lungo la direttrice Kiel-Göteborg, per il trasporto di contenitori, semirimorchi e casse mobili, in arrivo e partenza via mare da Turchia Grecia avente come origine-destinazione il mercato dell’area baltica.

Il treno partirà nella prima mattinata da Trieste, dal terminal EMT sul Molo Sesto e raggiungerà Kiel in Germania, alle 13 del giorno successivo.

Leggi tutto...

Ferrovie: Sacile-Gemona, spiragli per la riattivazione

Il senatore del PD pordenonese Lodovico Sonego torna a parlare della ferrovia che uinisce Sacile a Gemona, ne dà notizia Messaggero Veneto. "Il contratto di programma 2016-2021 tra il ministero dei Trasporti e Rete ferroviaria italiana è positivo, ma per la Sacile-Gemona è solo la conferma di una cosa assodata da sempre: RFI è tenuta a mantenere la linea in esercizio e così farà, riattivandola del tutto entro l’anno. Il servizio, ovvero la circolazione dei treni, è invece compito della Regione, che per tale funzione riceve tutti gli anni dallo Stato i fondi necessari: anzi, anche qualcosa in più. I denari arrivano grazie a un decreto del 2004 che ho negoziato io, da assessore regionale ai trasporti". "Il problema delle risorse non esiste – aggiunge Sonego – anzi, a rigore, se lo Stato eroga i denari alla Regione per il servizio della Sacile-Gemona e questa il servizio non lo fa, quelle risorse dovrebbero essere restituite allo Stato".

Le risorse sarebbero state incamerate dal 2012, quando la circolazione venne sospesa dopo lo svio di un Minuetto a Meduno.

Leggi tutto...

NTV, Italo si guasta sulla Firenze-Roma: passeggeri costretti a scendere

Disavventura sabato scorso per i passeggeri del treno Italo partito da Milano e diretto a Roma. Sulla linea Firenze-Roma infatti, nei pressi di Orvieto, un convoglio di NTV è stato costretto a fermarsi per un guasto. I viaggiatori sono dovuti scendere dal treno guasto per essere poi trasbordati sul treno successivo.

Lo spiacevole inconveniente ha costretto centinaia di persone a rimanere ferme per ore in aperta campagna e a raddoppiare il tempo del viaggio.

“Siamo stati fermi per ore in aperta campagna vicino a Orvieto, zero spiegazioni, porte chiuse, neanche acqua e cibo. Per un guasto sono stati fermati tre treni”. Questo stando a quanto raccontato da uno dei passeggeri a bordo del convoglio che ha dovuto trainare il treno guasto. Nuovo Trasporto Viaggiatori però replica: “A bordo sono state date tutte le informazioni e le comunicazioni necessarie”.

L’azienda aggiunge poi che nella stazione di Orvieto ai viaggiatori è stata data tutta l’assistenza possibile dal personale di Italo e che ai passeggeri di tutti e due i treni coinvolti: "sarà rimborsata la metà del biglietto e verrà dato loro un voucher di valore pari all'intero costo del biglietto”. Alle persone che si trovavano sul terzo treno coinvolto, che ha accumulato un ritardo di 60 minuti, sarà dato invece solo l’indennizzo previsto dal contratto.

Ferrovie: Consegnati 3 nuovi Flirt all'Alto Adige

Sono stati consegnati nella giornata di oggi i primi tre dei sette nuovi treni Flirt Stadler acquistati da Trenitalia con il sostegno della Provincia di Bolzano.

I treni hanno 350 posti, di cui 260 a sedere, la possibilità di trasportare 45 biciclette, Wi-Fi, prese di corrente e display informativi.

"Investire nella mobilità - ha detto l'assessore Florian Mussner - significa investire nel futuro. Non solo puntando sulla tecnologia, ma mettendo al centro del servizio il cliente, che si trova così a poter usufruire di una reale e sempre più concreta alternativa all'auto privata". In Alto Adige si è passati dagli 8,6 milioni di bliglietti timbrati del 2013 a 10 milioni del 2016. Inizialmente i treni viaggeranno sulle linee del Brennero, della Pusteria e sulla Merano-Bolzano, ma una volta elettrificata, saranno utilizzabili anche per la Val Venosta. La spesa per i sette treni Flirt è stata di 63 milioni di euro, 48 dei quali messi a disposizione dalla Provincia di Bolzano.

RFI, stazione Napoli Piazza Garibaldi: completati lavori di ampliamento marciapiedi binario 1

Riaperto sabato 21, dopo lavori di ampliamento, l’accesso al marciapiede del binario 1 nella stazione sotterranea di Napoli Piazza Garibaldi.

Curati da Rete Ferroviaria Italiana, gli interventi costituiscono una fase funzionale di un più ampio progetto che prevede, nel corso dell’anno, ulteriori miglioramenti che consentiranno alla clientela di spostarsi più agevolmente negli spazi del terminal metropolitano.

In particolare, sono stati rinnovati la pavimentazione e i relativi percorsi tattili, riattivate le scale mobili e migliorato l’impianto di illuminazione, messo in funzione l’ascensore lato Gianturco e ripristinati i dispositivi di informazione e segnaletica, inclusi i teleindicatori e i monitor presenti sia al binario, sia al piano intermedio.

I lavori finora realizzati hanno consentito anche di intercettare e arginare il vicino corso delle acque sotterranee dei fiumi Sebeto e Monteverginelle, eliminando l’allagamento della sede ferroviaria dovuto alle piogge torrenziali che ne causavano aumento di portata e straripamento.

Leggi tutto...

Partnership Ansaldo e Ferrovie per la metropolitana di Genova?

Novità importanti potrebbero prospettarsi per la Metropolitana di Genova. Sarebbe allo studio una ipotesi di lavoro per la creazione di una società di progetto fra Ansaldo STS e Ferrovie dello Stato (o una loro controllata) per realizzare il prolungamento del metrò da Brignole a San Martino e gestire poi l’intera metropolitana genovese. Detta ipotesi potrebbe essere proposta all’amministrazione comunale dalle due società per far proseguire il cammino del metrò, che a dicembre nel 2012 si è fermato a Brignole e dare al contempo una svolta alla gestione del servizio di trasporto pubblico in Liguria.

L’idea non è ancora stata ufficialmente proposta a Palazzo Tursi, ma secondo "Il Secolo XIX" ci sarebbero stati contatti tra Ansaldo Sts e Ferrovie con il sindaco Marco Doria e con l’assessore comunale alla Mobilità Anna Maria Dagnino.

Il percorso possibile prevedrebbe quanto segue: Ansaldo Sts costituirebbe una società di progetto con Ferrovie o con due società appartenenti al gruppo: Trenitalia, proprietaria dell’officina manutenzioni ferroviarie di piazza Giusti, e RFI proprietaria delle aree di Terralba. All’intera operazione sarebbe interessata poi anche la società d’ingegneria D’Appolonia spa, che ha la sede centrale a Genova e che in passato ha già contribuito a realizzare la locale metropolitana e non è escluso che nel pool di imprese entri anche un’azienda di costruzioni.

Foto Arbalete - CC BY-SA 3.0

Pagina 1 di 46

Approfondimenti

Pubblicità

Seguici su Facebook

Cookies

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Uso dei cookie

Ferrovie.Info o il “Sito” utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di Ferrovie.Info.

Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente.

Disabilitando i cookie alcuni dei nostri servizi potrebbero non funzionare correttamente e alcune pagine non le visualizzerai correttamente.

Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.

Analizzandoli in maniera particolareggiata i nostri cookie permettono di:

- memorizzare le preferenze inserite;
- evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita quali ad esempio nome utente e password.

 

Tipologie di Cookie utilizzati da Ferrovie.Info.

A seguire i vari tipi di cookie utilizzati da Ferrovie.Info in funzione delle finalità d’uso.

Cookie Tecnici

Questa tipologia di cookie è strettamente necessaria al corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie: persistenti e di sessione:

persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata

di sessioni: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso

Questi cookie, inviati sempre dal nostro dominio, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

Cookie analitici

I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. Ferrovie.Info userà queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del Sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul Sito. I cookie analitici sono inviati dal Sito Stesso o da domini di terze parti.

Cookie di analisi di servizi di terze parti

Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni al Sito, nel nostro caso da Google Analytics.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti

Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito.

Cookie di profilazione

Sono quei cookie necessari a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del Sito.

Nel nostro Sito non utilizziamo cookie di profilazione.

Ferrovie.Info, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookie tecnici, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente con una o più di una delle seguenti modalità:

- Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito;
- Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti.

Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del Sito.

Siti Web e servizi di terze parti

Il Sito potrebbe contenere collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy che può essere diverse da quella adottata da Ferrovie.Info e che quindi non risponde di questi siti.

Questa pagina è visibile, mediante link in calce in tutte le pagine del Sito ai sensi dell’art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003 e a seguito delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.126 del 3 giugno 2014 e relativo registro dei provvedimenti n.229 dell’8 maggio 2014.

Disclaimer