Pubblicità

Ferrovie, le autorità albanesi chiedono una consulenza internazionale per la costruzione della ferrovia Tirana-Durazzo-aeroporto

Prima di procedere con la gara per la costruzione della ferrovia fra Tirana, Durazzo e l'aeroporto Madre Teresa, le autorità albanesi hanno deciso di chiedere l'assistenza di un consulente internazionale.

Tale figura professionale, dovrebbe avere sia l’esperienza nella realizzazione di progetti simili nel settore ferroviario che la capacità di poter sovraintendere l'esecuzione dei lavori.

Il progetto riguarda il rifacimento dell'attuale tratta ferroviaria Tirana-Durazzo, e la costruzione di una nuova linea che colleghi alle due città l’aeroporto internazionale Madre Teresa.

Il totale dell'investimento richiesto è di 81 milioni di euro: 35 milioni saranno stanziati dalla Western Balkans Investment Framework, e 36,8 milioni dalla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo.

La realizzazione dell'intero progetto dovrebbe durare tre anni, mentre il numero dei passeggeri dovrebbe ammontare a circa 1,4 milioni all'anno.

L’Antitrust apre istruttorie su Trenitalia e NTV

L’authority per la Concorrenza, presieduta da Giovanni Pitruzzella, ha deciso di avviare due distinti procedimenti per sospette “pratiche commerciali scorrette” nei confronti di Trenitalia e NTV.

Le indagini nascono da alcune segnalazioni di associazioni di consumatori, soprattutto Federconsumatori, che più volte hanno denunciato gli extra-costi per chiedere informazioni agli operatori telefonici di NTV su biglietti e prezzi.

Punta invece a verificare l’eventuale scorrettezza relativa al sistema telematico di ricerca e acquisto delle possibili soluzioni di viaggio, tramite il sito, l’applicazione su smartphone e le emettitrici self-service delle stazioni, l’istruttoria avviata nei confronti di Trenitalia. Sotto osservazione l’opzione “tutti i treni” che risulterebbe incompleta, in modo da indurre i viaggiatori a prenotare treni più veloci, ma più costosi.

Ferrovie: Sicilia, scongiurato lo stop ai regionali e due nuovi Jazz

Con 41 voti a favore, 5 astenuti e 11 contrari, l’Assemblea regionale della Sicilia ha approvato l’assestamento di bilancio dopo un confronto serrato e una due giorni no stop.
Al suo interno il governo è riuscito a inserire nuovamente il pagamento degli oltre 8 milioni di euro di IVA dovuti a Trenitalia per i servizi già resi nel 2016, inizialmente bocciato dall’Aula e che nei giorni scorsi aveva allarmato la stessa compagnia ferroviaria.

Alla luce di questa decisione viene a scongiurarsi il blocco del servizio ferroviario regionale nell’isola che anzi sta per ricevere due nuovi treni Jazz per il servizio aeroportuale tra Palermo e Punta Raisi. Sono infatti proprio oggi in trasferimento i due complessi .097 e .098 che vanno ad aggiungersi a quelli già presenti sull’isola.

Ferrovia Canavesana: la regione Piemonte chiede 13 milioni al Governo

La Regione Piemonte ha chiesto al governo finanziamenti per oltre 13 milioni di euro per ammodernare la Ferrovia Canavesana. In particolare, 5,8 milioni andrebbero all’elettrificazione della tratta Rivarolo-Pont, la sola ancora gestita con le vecchie littorine diesel. La conferma della richiesta, è arrivata in mattinata dal direttore dei trasporti della Regione Piemonte, Luigi Robino, nel corso di un incontro a Rivarolo con i sindaci della zona. “Nessuna intenzione di chiudere la ferrovia, così come si è ipotizzato in questi giorni - ha detto Robino - ci sono delle criticità ma abbiamo chiesto i fondi per potenziare il servizio”.  

La scorsa settimana nel corso di un convegno a Locana, i sindaci della zone, avevano ancora una volta ribadito la necessità di difendere la Ferrovia Canavesana chiedendo l’elettrificazione dell’ultimo tratto che, tra l’altro, porterebbe i turisti a due passi dal Parco Nazionale del Gran Paradiso

Ferrovie: in servizio la nuova E.483.313 di Dinazzano Po

Ha iniziato ieri il servizio regolare la nuova E.483.313 di Dinazzano Po, appena entrata nella compagine sociale.

La macchina è stata presa a noleggio da AKIEM SAS e risulta per questo immatricolata come 91 83 2483 313-9 I-AKIEM.

Esteticamente si caratterizza per le cabine color arancio e per i loghi "DP" appunto di Dinazzano Po.

Foto a cura di Roberto Bartoletti - TopRail

Ceva-Ormea: l’8 dicembre il "Treno dei desideri" viaggerà fino a Bagnasco

Giovedì 8 dicembre, contro ogni previsione possibile, il treno storico della Val Tanaro viaggerà regolarmente sui binari della Ceva-Ormea. Ufficialmente confermata dagli organizzatori dell'evento, la notizia ha dell'incredibile, se solo si pensa che sette giorni fa l'intera vallata era stata completamente invasa dalle acque del fiume e una parte della ferrovia era stata divelta.

Il "treno dei desideri" partirà invece come precedentemente previsto, alle 10 da Ceva, per poi farvi ritorno alle 17.18. Certo, la tratta percorribile è piuttosto ristretta: l'ultima stazione raggiungibile è quella di Bagnasco, da cui alcuni autobus condurranno i visitatori a Ormea, dove si pranzerà. Nel pomeriggio, inoltre, è prevista una sosta nel centro di Garessio, con un momento di festa organizzato dai commercianti proprio in prossimità dei negozi alluvionati. La discesa proseguirà verso Priola, il Comune più danneggiato dove non vi saranno festeggiamenti ma solo una fermata.

Si tratta senza dubbio di un forte segnale di non rassegnazione da parte di tutti i valligiani, sostenuto dalla Fondazione delle Ferrovie dello Stato Italiane, che ha compiuto un importante sforzo per non cancellare un appuntamento che sembrava destinato a saltare, riconoscendo i meriti e le potenzialità della zona, che nel 2016 ha permesso di registrare quasi 1000 presenze a bordo dei convogli storici.

Nonostante l’alluvione abbia causato alla linea ingenti danni, che probabilmente non potranno essere riparati in meno di 12 mesi, per il futuro, c'è però già un impegno formale da parte del presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino che, sabato scorso, al termine della visita nelle zone devastate dalla piena del fiume Tanaro, ha pubblicato sulla sua pagina Facebook l'elenco delle criticità più gravi, comprendendo tra queste anche la linea Ceva-Ormea.

Oggi è poi prevista a Torino una conferenza stampa nella quale verrà presentato un protocollo d'intesa sottoscritto dall'Unione Montana Alta Val Tanaro, RFI e Regione Piemonte in merito a un progetto di riqualificazione delle stazioni.

Ferrovie: 59 milioni di euro per l’elettrificazione della ferrovia Valsugana

Sono 59 i milioni di euro che il CIPE - l’organismo del governo che si occupa del finanziamento dei progetti infrastrutturali – ha sbloccato ieri per destinarli all’elettrificazione del tratto tra Trento e Bassano della ferrovia della Valsugana.

Stanziati i fondi, Ferrovie dello Stato, definirà l’iter e la tempistica per arrivare ad appaltare i lavori necessari a trasformare la linea che passa in Trentino da percorribile solo da treni ad alimentazione inquinante diesel a una linea che invece avrà treni che utilizzano energia elettrica, con un conseguente abbattimento delle emissioni inquinanti.

Inoltre, l’elettrificazione della ferrovia Valsugana nel tratto fino a Bassano, apre la strada ad altri due progetti di collegamento ferroviario.

C’è da un lato la possibilità di realizzare il bypass ferroviario della città di Trento, con la conseguente realizzazione di un anello ferroviario che abbia la funzione di metropolitana di superficie per la città di Trento.

L’altro progetto cui potrebbe aprire le porte la futura elettrificazione tra Trento e Bassano è il completamento del collegamento tra Grigno e Feltre, passando per Primolano. Tale tratto potrebbe poi collegarsi con il futuro treno delle Dolomiti che potrebbe collegare il Veneto con il Sudtirolo.

L’elettrificazione della Valsugana, porterebbe poi il vantaggio che i treni che oggi viaggiano sulla linea del Brennero potranno essere utilizzati anche sulla Valsugana con un notevole risparmio per la Provincia, come sostiene Roberto Andreatta, dirigente del Servizio trasporti. Che elenca poi altri vantaggi dell’elettrificazione della linea: “Una migliore funzionalità del parco rotabile - sottolinea Andreatta - con sinergie ed economie di scala dei turni dei materiali rotabili derivanti dall’avere (anche in termini manutentivi), un parco rotabile omogeneo ed utilizzabile su tutta la rete provinciale» con la possibilità di creare «un modello di esercizio con relazioni anche dirette tra la linea del Brennero e Venezia in ipotesi relazioni Monaco-Venezia via Valsugana senza cambio treno”.

Ferrovie: CRRC conferma il piano per l'acquisto di Škoda

China Railway Rolling Stock Corp ha confermato il 28 novembre scorso che la sua controllata CRRC Zhuzhou Electric Locomotive sta contemplando l'acquisizione di Škoda Transportation. CRRC ha sottolineato che al momento non è stato tuttavia raggiunto alcun accordo vincolante.

CRRC starebbe vagliando i bilanci del produttore ceco ed eventuali dettagli di ogni accordo dovrebbero essere annunciati entro la fine di quest'anno.

Nel 2015 Škoda Transportation ha registrato un fatturato consolidato record di 18,3 miliardi di corone ceche, in crescita del 11% rispetto all'anno precedente, anche se l'utile netto è sceso nell'ultimo trimestre.

L'acquisizione di Škoda fornirebbe a CRRC un percorso diretto nel mercato del materiale rotabile in Europa, dopo l'apertura di un ufficio a Vienna e l'annuncio del primo contratto nell'Unione Europea per fornire all'operatore ceco LEO Express tre nuovi EMU da consegnare nel 2018.

L'acquisizione sarebbe costruita su un accordo di cooperazione esistente che ha visto già CRRC e Škoda lavorare insieme su vari progetti. Škoda e CRRC sono anche alleate contro Alstom, Bombardier, Hitachi, Siemens e Stadler per una cifra stimata in 1 miliardo di Euro per la fornitura di 330 EMU a due piani alle ferrovie israeliane per la fine del 2019.

Trenitalia, a Natale e nel 2017: le migliori offerte per viaggiare in compagnia a prezzi speciali

Insieme alla persona amata, con la famiglia, oppure in gruppo: partire con Trenitalia conviene sempre, anche a Natale e nel 2017. Sono numerose le offerte messe a punto per consentire a tutti i clienti di scegliere la soluzione migliore di viaggio e risparmiare sul prezzo del biglietto.

Carta Regalo Trenitalia

Disponibile nei tagli da 25€, 50€, 100€ e 150€, è la grande novità per i regali di Natale. La Carta Regalo Trenitalia è acquistabile su Trenitalia.com e, presto, anche presso le biglietterie, le agenzie abilitate e presso le principali catene di supermercati, ipermercati e la grande distribuzione. La speciale promozione prevede che chi acquista fino al 9 gennaio 2017 su www.trenitalia.com una carta regalo di valore pari o superiore a 100 euro riceve un buono sconto di 20 euro da spendere per i propri viaggi. Il buono sconto viene inviato in formato elettronico all’interno dell’email di conferma di acquisto della Carta Regalo e può essere utilizzato per viaggiare fino al 31 maggio 2017sulle Frecce e gli altri treni a percorrenza nazionale. Sono esclusi i treni regionali e internazionali.

Speciale 2x1: a Natale, Capodanno, Befana e ogni sabato

Il 24, 25, 26 e 31 dicembre, il primo, il 6 e 7 gennaio e ogni sabato permette di viaggiare in due pagando un solo biglietto su tutti i treni nazionali nei livelli di servizio Business, Premium e Standard e in prima e seconda classe. Dalla 2x1 sono esclusi i treni regionali, il livello di servizio Executive e i servizi cuccette, vagoni letto ed Excelsior. Il numero di posti è limitato, e variabile in base al treno e alla classe o al livello di servizio.

Bimbi Gratis

Consente ai minori di 15 anni di viaggiare gratuitamente sui treni nazionali (tranne il prodotto notte, i regionali ed il livello di servizio Executive). È dedicata ai gruppi familiari composti da due a cinque persone (con almeno un maggiorenne e almeno un ragazzo di età inferiore ai 15 anni) che viaggiano insieme. Gli altri componenti del gruppo pagano il prezzo Base previsto per il treno ed il servizio utilizzato.

Leggi tutto...

Ferrovie: GTS inaugura l'Officina Manutenzione Rotabili

GTS Rail, dopo aver superato nel mese di settembre il traguardo dei 10 mila treni che hanno trasferito su ferrovia l’equivalente di oltre 300 mila camion, ha inaugurato oggi a Bari la prima Officina Manutenzione Rotabili in Italia a capitale totalmente privato. Un investimento che per il gruppo GTS è ammontato a 3,5 milioni di euro e rappresenta un asset strategico importantissimo per i futuri sviluppi dell’azienda in Italia e in Europa.

La nuova struttura si estende su una superficie di 17.000 mq di cui 1.315 mq coperti destinati alle attività manutentive sui veicoli ferroviari. L’officina è dotata di due binari che si sviluppano per una lunghezza di circa 800 metri ed è attrezzata con meccanismi di sollevamento a carro ponte e a colonna indipendenti oltreché di una struttura idonea alla visione dell'intero veicolo. La costruzione dell'impianto ha richiesto dieci mesi di lavoro e un investimento di tre milioni e mezzo di euro.

Ferrovie: esplosione nella raffineria di Sannazzaro de' Burgondi, traffico sospeso

Un fortissimo boato, poi le fiamme e il fumo. Intorno alle 15.40 di oggi, c’è stata un’esplosione con susseguente incendio nella raffineria di Sannazzaro de’ Burgondi. L’incidente è avvenuto all’interno dell’impianto ENI, uno dei più grandi d’Italia. Secondo le prime notizie ci sarebbero almeno due feriti. Sul posto stanno convergendo vigili del fuoco da tutta la provincia per dare manforte alle squadre interne.

Secondo quanto riferito da testimoni, si è generata una «palla di fuoco» alta decine di metri ed il vasto incendio sarebbe ancora in corso. Attualmente sono al lavoro per fronteggiarlo una quarantina di vigili del fuoco arrivati da tutti i distaccamenti del comando provinciale, oltre alle squadre interne di sicurezza.

La raffineria è raccordata con la linea ferroviaria che collega Pavia con Alessandria ed è frequentemente interessata da convogli merci.

A seguito della segnalazione di incendio all'interno del raccordo la circolazione dei treni è stata sospesa a titolo precauzionale in attesa del nulla osta da parte delle autorità competenti.

Primo treno commerciale per le E.191 DB Cargo Italia

Ha avuto inizio ufficialmente oggi il servizio commerciale delle E.191 Vectron di DB Cargo Italia.

La E.191.013 ha infatti effettuato il primo treno merci EUC 45714 da Monfalcone a Brescia Scalo.

DB Cargo Italia ha attualmente nel suo parco macchine 8 locomotive E.191 Siemens in leasing perché ufficialmente acquistate da Unicredit.

Foto Morena P.

Pagina 1 di 32

Dal nostro canale YouTube

Pubblicità

Seguici su Facebook

Pubblicità

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Uso dei cookie

Ferrovie.Info o il “Sito” utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di Ferrovie.Info.

Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente.

Disabilitando i cookie alcuni dei nostri servizi potrebbero non funzionare correttamente e alcune pagine non le visualizzerai correttamente.

Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.

Analizzandoli in maniera particolareggiata i nostri cookie permettono di:

- memorizzare le preferenze inserite;
- evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita quali ad esempio nome utente e password.

 

Tipologie di Cookie utilizzati da Ferrovie.Info.

A seguire i vari tipi di cookie utilizzati da Ferrovie.Info in funzione delle finalità d’uso.

Cookie Tecnici

Questa tipologia di cookie è strettamente necessaria al corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie: persistenti e di sessione:

persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata

di sessioni: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso

Questi cookie, inviati sempre dal nostro dominio, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

Cookie analitici

I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. Ferrovie.Info userà queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del Sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul Sito. I cookie analitici sono inviati dal Sito Stesso o da domini di terze parti.

Cookie di analisi di servizi di terze parti

Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni al Sito, nel nostro caso da Google Analytics.

Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti

Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito.

Cookie di profilazione

Sono quei cookie necessari a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del Sito.

Nel nostro Sito non utilizziamo cookie di profilazione.

Ferrovie.Info, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookie tecnici, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente con una o più di una delle seguenti modalità:

- Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito;
- Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti.

Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del Sito.

Siti Web e servizi di terze parti

Il Sito potrebbe contenere collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy che può essere diverse da quella adottata da Ferrovie.Info e che quindi non risponde di questi siti.

Questa pagina è visibile, mediante link in calce in tutte le pagine del Sito ai sensi dell’art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003 e a seguito delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.126 del 3 giugno 2014 e relativo registro dei provvedimenti n.229 dell’8 maggio 2014.

Disclaimer

Le foto di...

Lorenzo Pallotta
Le foto di...

Vincenzo Russo
La foto di...

Michele Sacco
Le foto di...

Marco Del Dotto
Le foto di...

Antonio Mancinelli
Le foto di...

Marco Carrara